• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > FOTOGALLERY CM.IT - Giuliano Fiorini Day, la figlia Fabiana: "Felice della gente laziale"

FOTOGALLERY CM.IT - Giuliano Fiorini Day, la figlia Fabiana: "Felice della gente laziale"

E' oggi la conferenza stampa di presentazione della prima edizione di questo evento


1 di 5
Giuliano Fiorini Day (foto Calciomercato.it)
Giuliano Fiorini Day (foto Calciomercato.it)
Giuliano Fiorini Day (foto Calciomercato.it)
Giuliano Fiorini Day (foto Calciomercato.it)
Giuliano Fiorini Day (foto Calciomercato.it)

09/04/2014 12:31

FOTOGALLERY GIULIANO FIORINI DAY FIGLIA PULICI / ROMA - Va in scena oggi allo 'Chalet del Bosco', locale situato a pochi passi dallo 'Stadio Olimpico', la conferenza stampa di presentazione della 1a edizione del 'Giuliano Fiorini Day', giornata per ricordare l'immortale eroe biancoceleste che con il suo gol strappo la Lazio da un tragico destino. La sua rete contro il Vicenza durante gli spareggi per la Serie C, infatti, fu vitale per la storia della società capitolina, partita ad inizio stagione con una penalizzazione di 9 punti. Intervengono Pulici, Wilson, Piscedda, Sulfaro, nonché la vedova Ernestina e la figlia Fabiana.

Felice Pulici, portiere Scudetto del '74: "Rappresentare questo momento particolare è un onore. Bisogna capire e comprendere l'anello di congiunzione che c'è fra il gol di Fiorini e quello di Lulic".

Fabiana, figlia di Giulio Fiorini:"Sono felice di come mi tratta la gente laziale. A Bologna non succede". La vedova Ernestina si commuove.

Massimo Piscedda, compagno di squadra di Fiorini:"Giuliano sdrammatizzava spesso, si allenava poco, ma la domenica rendeva al massimo. Una volta mentre correvamo in ritiro nei boschi a Gubbio, si nascose tra gli alberi per non allenarsi. Mi ricorda un po' Chinaglia. Una birretta o una sigaretta non gli mancavano mai, anche dopo gli allenamenti".

Pino Wilson:"Ho conosciuto Giuliano in solo due occasioni, ma in una di queste ci fu un abbraccio così sincero che testimonia il rispetto per la maglia. Tra il nostro Scudetto e la loro impresa non so quale sia stata la più difficile".

 




Commenta con Facebook