• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI LIVORNO-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI LIVORNO-INTER

Grinta Paulinho. Follia Guarin: il colombiano regala il pareggio agli amaranto


Paulinho (Getty Images)
Omar Parretti

31/03/2014 23:35

 

PAGELLE E TABELLINO DI LIVORNO-INTER/ LIVORNO – Il Livorno strappa un meritato pareggio ad un'Inter troppo distratta ed imprecisa. Gol fantastico di Paulinho, in mediana sugli scudi Benassi. Alvarez gira a vuoto, Guarin prima non chiude il match, poi regala ad Emeghara l'occasione per il 2-2 finale.

LIVORNO

Bardi 6 – Incolpevole sui gol dell'Inter. Compie un paio di buoni interventi, ma va detto che gli attaccanti dell'Inter non sono particolarmente ispirati.

Valentini 5,5 – Partita attenta dell'argentino che però viene macchiata dall'errore sul gol di Palacio, dove va a stringere la marcatura su Icardi già preso in consegna dai compagni di reparto, lasciando solo “El Trenza”.

Emerson 6 – Si fa male alla caviglia dopo pochi minuti e questo lo penalizza senz'altro. Riesce comunque a rendere innocuo Icardi. Dal 54' Duncan 6 – Mette corsa e dinamismo al servizio della squadra. Utile nel dare intensità ai suoi.

Castellini 6 – Punta sempre sull'efficacia evitando inutili estetismi. Fa buona guardia sulla propria zona di competenza.

Mbaye 6 – Comincia l'incontro con la giusta intensità costringendo D'Ambrosio ad occuparsi soprattutto della fase difensiva, ma si spegne nel corso della prima frazione di gara. Nel secondo tempo si occupa della fase difensiva diligentemente finendo la partita stremato.

Benassi 6 – Buon filtro in mediana, recupera molte volte il pallone lanciando le iniziative degli amaranto. Mette in mostra una discreta personalità contro il club che ne detiene il cartellino; forse nell'Inter della prossima stagione c'è un posto anche per lui.

Biagianti 6 – Il centrocampista ex-Catania lotta e si sacrifica andando a pressare il portatore di palla. Lavora molto in fase difensiva limitando le proiezioni in attacco.

Greco 6 – Viaggia a corrente alternata nell'arco del match : ottimi spunti, momenti di assenza dal gioco. Dal 72' Siligardi 6 – Dà il suo contributo per l'assalto finale del Livorno.

Mesbah 5,5 – Non brilla per vivacità in questo lunedì sera primaverile. Prova qualche affondo, ma non è mai realmente costruttivo.

Paulinho 7 – Gran giocata e gran gol per l'attaccante brasiliano. Un esempio per tutta la propria squadra essendo sia il più propositivo in fase d'attacco, sia il primo difensore quando gli amaranto devono ripiegare. Se il Livorno può lottare per rimanere in Serie A è decisamente merito del suo capitano.

Belfodil 5,5 – Va a ricevere il pallone a centrocampo e questo limita pesantemente le capacità del franco-algerino essendo costretto al dribbling lontano dalla porta. L'impegno non manca, ma con il passare dei minuti si intestardisce. Dal 54' Emeghara 6,5 – Non sbaglia quando Guarin lo lancia verso la porta nerazzurra, bravo a staccarsi in velocità da Samuel ed a battere a colpo sicuro Handanovic per il gol del 2-2.

All. Di Carlo 6,5 – Il Livorno è ordinato in fase difensiva e paga due delle poche distrazioni con il gol; nonostante questo non si arrende e lotta con intensità per tutta la partita riuscendo a trovare il pareggio in extremis. Sfruttata la scarsa vena offensiva dell'Inter che spreca troppe occasioni per chiudere il match.

INTER

Handanovic 6 – Sui gol può fare decisamente poco. Il Livorno non crea moltissimo, ma ottimizza al meglio le palle gol.

Rolando 6 – Non demerita nonostante non sia troppo brillante. Se la cava col fisico e con l'esperienza.

Samuel 5,5 – Si perde Paulinho sul calcio d'angolo che porta il Livorno ad accorciare le distanze. Anche sul gol del pareggio si lascia scappare Emeghara, ma qui l'attenuante è la straordinaria velocità dell'avversario e la follia di Guarin che lo lancia in porta.

Juan Jesus 6 – Rischia di provocare un calcio di rigore a causa di un intervento troppo irruento. Prova sufficiente.

Jonathan 6 – Trova Palacio libero sul secondo palo con un cross millimetrico sul gol del raddoppio nerazzurro. Per il resto non regala una prestazione sfavillante, ma rimane sufficiente. Dal 78' Zanetti s.v.

Hernanes 6,5 – Nettamente il più propositivo dei suoi nei primi 45 minuti, da subito l'impressione di essere l'unico ad avere la giocata giusta per poter sbloccare il match e va proprio così. Con il passare dei minuti la luce si offusca e diventa anche piuttosto pigro in fase di copertura. Dal 68' Guarin 4,5 – Spreca una colossale doppia occasione per chiudere la partita, poi un suo retropassaggio horror regala alla velocità di Emeghara l'occasione di andare in porta per segnare il pareggio. Disastro.

Kuzmanovic 6 – Qualche appoggio sbagliato ma la fase di impostazione non è certamente il suo forte. Si occupa della fase difensiva in maniera positiva.

D'Ambrosio 5,5 – Da lui ci si aspetta una maggior spinta sulla fascia sinistra, non riesce ad incidere.

Alvarez 5,5 – Lo spunto e l'impegno ci sono, peccato che manchi troppe volte di precisione nei passaggi gettando al vento delle ripartenze interessanti. Perde la fiducia ed inizia a vagare per il rettangolo di gioco. Dal 86' Botta s.v.

Palacio 6,5 – Non crea reali pericoli agli avversari per tutto il primo tempo non riuscendo a trovare la giusta posizione in campo, poi al 46' arriva la sua girata precisa che supera Bardi per lo 0-2. Il colpo del campione.

Icardi 5,5 – Fatica ad entrare nella partita e rimane spesso isolato e stretto tra le maglie della difesa del Livorno. Sbaglia una grandissima occasione per chiudere la contesa al 76'. Non è la sua serata.

All. Mazzarri 5 – L'Inter ha problemi nel creare palle gol nitide e non riesce ad imporre il proprio gioco, finendo spesso con lo sbagliare anche appoggi molto semplici. Il gol di Hernanes cambia questa situazione dando maggior fiducia ai nerazzurri, ma poi nonostante l'ulteriore raddoppio di Palacio riescono a farsi raggiungere dal Livorno nel finale. Troppe occasioni per chiudere la partita non utilizzate e problemi a gestire il vantaggio.


Arbitro: Calvarese 6,5 – Al 74' il Livorno reclama un calcio di rigore per un contatto spalla contro spalla tra Benassi e Juan Jesus: il giocatore dell'Inter rischia molto, ma è giusto non fischiare il fallo. Gestisce con personalità l'incontro.

 

TABELLINO

LIVORNO-INTER 2-2

Livorno (3–5-2): Bardi; Valentini, Emerson (Dal 54' Duncan), Castellini; Mbaye, Benassi, Biagianti, Greco (Dal 72' Siligardi), Mesbah; Paulinho, Belfodil (Dal 54' Emeghara). All. Di Carlo

Inter (3-4-2-1):
Handanovic; Rolando, Samuel, Juan Jesus; Jonathan (Dal 78' Zanetti), Hernanes (Dal 68' Guarin), Kuzmanovic, D'Ambrosio; Alvarez (Dall' 86' Botta), Palacio; Icardi. All. Mazzarri

Arbitro:
Calvarese

Marcatori:
37' Hernanes (I), 46' Palacio (I), 53' Paulinho (L), 85' Emeghara (L)

Ammoniti:
19' Hernanes (I), 70' Castellini (L), 81' Samuel (I), 87' Botta (I)




Commenta con Facebook