• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > VIDEO - SPECIALE CM.IT 'Man of the week': Rooney vale oro

VIDEO - SPECIALE CM.IT 'Man of the week': Rooney vale oro

La rubrica di Calciomercato.it sul giocatore straniero che piu' si e' messo in luce nell'ultimo fine settimana internazionale


Wayne Rooney (Getty Images)
Jonathan Terreni

25/02/2014 19:36

VIDEO SERIE A CALCIATORE SETTIMANA / ROMA - Torna la rubrica di Calciomercato.it che focalizza l'attenzione sul calciatore straniero che più si è messo in luce nel weekend calcistico internazionale. La 'top 3' della settimena vede al primo posto Rooney e il suo rinnovo faraonico. Sul podio anche la tripletta di Ibrahimovic e il sempreverde Terry.

 

MAN OF THE WEEK 

1° ROONEY (Manchester United)

2° IBRAHIMOVIC (Psg)

3° TERRY (Chelsea)

 

PAPEROONEY - Dopo aver firmato il tanto atteso rinnovo con il Manchester United non poteva non essere la settimana di Wayne Rooney. Venerdì scorso infatti il bomber inglese ha siglato il prolungamento del suo contratto che lo legherà ad 'Old Trafford' fino al 2019. Se ai tempi le diecimila sterline a settimana dello stipendio di Cantona erano sembrate un'eresia, le trecentomila del ragazzo cresciuto nei sobborghi di Liverpool hanno lasciato senza parole l'Inghilterra, calcistica e non, che ha gridato allo scandalo. Secca la risposta di chi lo ha lanciato quando ancora non era nessuno e lo ha ritrovato poi campione consacrato, quel David Moyes che, con un secco 'se li merita tutti', ha chiuso la bocca a chi ha provato a far polemica in un anno difficile per lo United. Ognuno ha le sue vedute e le sue opinioni, sia chiaro, soprattutto da quando il calcio è diventato più business che gioco. Rooney però pensa solo al campo e già nell'ultima gara di Premier contro il Crystal Palace ha lanciato un chiaro segnale con uno splendido gol che è valso l'ipoteca sul 2-0 finale. Ragazzino dal carattere difficile è diventato una vera bandiera dei 'Red Devils' soprattutto grazie all'aiuto di Sir Alex Ferguson, per lui un secondo padre e adesso ha davanti a sé l'occasione giusta per superare anche un certo Bobby Charlton nei numeri e nei cuori dei tifosi. Perchè questo è il bello delle leggende e quando diventano realtà ci sono trecentomila buoni motivi per ripagarle.

 

UN'ALTRA TRILOGIA PER IBRA - Alcuni sostengono sia la sua migliore stagione in assoluto. Altri smorzano il suo operato complice un campionato di basso livello. Fatto sta che Zlatan Ibrahimovic continua a segnare con il suo Paris Saint-Germain e non si ferma più. Lui, l'uomo più decisivo in Europa a livello di campionati, è già arrivato a quota 22 reti in Ligue 1 per un totale di 52 nel suo anno e mezzo al Psg ed è già a dieci centri in Champions League, capocannoniere solitario. Ed è proprio lì, su quel palcoscenico, che adesso i critici lo attendono perchè per lui la coppa dalle grandi orecchie resta quel noioso tabù da sfatare per togliersi di dosso l'etichetta dell'eterno incompiuto. In attesa di prendersi le sue rivincite Zlatan nell'ultima gara di campionato contro il Tolosa ha realizzato un'altra tripletta. Due calci di rigore, uno per altro prima fallito col cucchiaio poi ribadito col tap-in, un colpo di testa e via. Gli sceicchi, che fin'ora sono riusciti a tenere a freno il suo famoso ed inguaribile 'mal di pancia' a suon di milioni e grandi prospettive future, sperano che questa sia davvero la volta buona per vedere uno svedese sul tetto d'Europa.

 

UN GOL D'ALTRI TERRY - Certi giocatori sono come i diamanti, per sempre. A 34 anni John Terry è ancora al centro dei progetti di Josè Mourinho, il suo mentore. Nell'attesa di decidere se rinnovare con il Chesea o affrontare a fine stagione un'esperienza americana, 'JT' continua a lasciare il segno a Londra. Sua la rete decisiva all'ultimo minuto nel match delicato contro l'Everton dello scorso week-end ha consentito ai 'Blues' di guardare ancora tutti dall'alto in Premier League. Lui vorrebbe chiudere con una stagione perfetta insieme al suo amico Josè ma quello che è certo è che uno come lui a 'Stamford Bridge' non lo dimenticheranno tanto facilmente.

 

VIDEO - Il gol di Terry che ha deciso la sfida con l'Everton

 

 




Commenta con Facebook