• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-INTER

L'errante Damato, Palacio inventore. Diakite' addormentato


Icardi a segno (Getty Images)
Antonio Russo

16/02/2014 00:21

PAGELLE E TABELLINO FIORENTINA-INTER / FIRENZE – Mazzarri raccoglie la vittoria anche in trasferta, grazie alle reti di Palacio e Icardi (in offside). Ottima la gara dei nerazzurri che hanno meritato nei novanta minuti il successo finale. Prova opaca invece per la Fiorentina di Montella, con un Diakité da film horror. Ai gigliati non è bastato un buon Cuadrado. Infine disastroso l’arbitraggio di Damato.

 

FIORENTINA

Neto 6 – Nei primissimi minuti rischia moltissimo su un retropassaggio. Non può molto sulle due reti interiste.

Diakité 5 – L’Inter non dà molti punti di riferimento. Il francese non riesce a contenere le sfuriate nerazzurre e si perde spesso Nagatomo che gli parte alle spalle.

Rodriguez Go. 5,5 – È una notte da dimenticare per la difesa viola. Il difensore argentino sbroglia molte situazioni complicate, ma sulla prima rete interista, ci sono colpe anche per lui. Dal 62’ Tomovic 5,5 – Si perde Icardi nell’occasione del goal. Conclude la gara in crescendo, ma ormai la frittata è fatta.

Compper 5,5 – Nell’uggiosa serata fiorentina, la retroguardia viola è poco impermeabile all’acquazzone Inter. Il difensore tedesco soffre moltissimo la velocità di Palacio. Sbaglia molti appoggi e spesso è fuori posizione.

Cuadrado 6,5 – Contenuto da Nagatomo, nel primo tempo, sembra solo l’ombra del bel giocatore apprezzato sino a qualche mese fa. Nella ripresa trova la rete e il suo rendimento in campo aumenta, nonostante ciò, raramente riesce a superare l’uomo. Dal 79’ Matri s.v.

Aquilani 5,5 – L’ex Roma recupera dall’infortunio, e ritrova la casacca da titolare in campionato. Va a sostegno degli attaccanti, ma spesso è impreciso nell’ultimo tocco.

Pizarro 6 – Il regista cileno, riesce quasi sempre a trovare le giuste inquadrature per il film viola. Nei momenti bui, lui accende la luce. Cala tanto nel finale, e perde la sua invidiabile lucidità.

Fernandez M. 6,5 – Nei primi minuti si fa notare per un paio di fondamentali chiusure. In avanti, va in appoggio agli attaccanti gigliati, e duetta bene con Vargas.

Vargas 6 – È costretto agli straordinari. In fase di contenimento tenta di tenere a bada Jonathan.  Quando può si spinge in avanti e mette qualche traversone al centro. Buona prestazione.

Joaquin 5Fumoso è inconcludente, non tocca molti palloni e quei pochi che tocca li gioca molto male. Lento e impreciso, dà poco peso all’attacco viola. Dal 68’ Gomez 6 – Entra tra gli applausi del Franchi. Mette preziosi minuti nelle gambe. Non tocca molti palloni, ma il suo ritorno può dare una svolta alla stagione viola.

Ilicic 6 – Montella si affida all’artiglieria “leggera”. Il centrocampista Sloveno, rinfrancato dall’ultima buona prestazione, viene schierato nell’inusuale ruolo di prima punta. L’ex Palermo prova a saltare l’uomo ma non trova assistenza nei compagni.

All. Montella 5 – Nel primo tempo la Fiorentina subisce molto l’Inter, complice un atteggiamento eccessivamente remissivo. Nella ripresa vi è una crescita, ma non basta. Brutta prestazione nel complesso, il ritorno di Gomez però, addolcisce la serata dei fiorentini.

 

INTER

Handanovic 5 – Vive il primo tempo da spettatore. Nella ripresa invece, pronti via, subisce la rete di Cuadrado complice un suo intervento goffo.  

Rolando 6 – Smista palla dalle retrovie, va spesso in appoggio a Jonathan. Limita bene gli attaccanti avversari.

Samuel 6,5 – Gioca quasi da libero, e con esperienza organizza la fase difensiva nerazzurra. Altra ottima prestazione per il muro interista che contiene ottimamente la viola. Allenatore in campo

Juan Jesus 6 – Lo stile non è impeccabile, ma i suoi interventi sono precisi ed efficaci. Coadiuvato da Nagatomo contiene ottimamente lo spauracchio Cuadrado.

Jonathan 5,5 – In fase offensiva è sempre presente, ma non incide. L’Inter soffre solo dal suo lato. Spesso resta troppo avanzato e si fa superare alle spalle da Vargas e Fernandez.

Guarin 6,5 – Professionista esemplare, le situazioni extra-campo che lo riguardano non lo sfiorano minimamente. Gioca molto largo, in posizione avanzata. Ispira gli attaccanti interisti con ottimi suggerimenti. Per non dare punti di riferimento, si scambia continuamente di posizione con Hernanes. Con un gioco di prestigio lancia Palacio per la rete dell’uno a zero. Dal 71’ Taider 6 – Entra con lo spirito giusto e dà densità in mezzo al campo.

Kuzmanovic 6 – Prestazione di grande sostanza per l’ex di giornata. Schermo davanti alla difesa, recupera molti palloni e dà il la alle ripartenze dell’Inter.

Hernanes 6,5 – In dubbio sino all’ultimo per un affaticamento muscolare, riesce ad essere della partita. Il profeta tiene bene palla e crea la superiorità numerica. Sale in cattedra col passare dei minuti.

Nagatomo 6,5 – Spina nel fianco viola, è sempre pronto con la sua velocità a ribaltare l’azione per la propria squadra. Tiene bene Cuadrado e lo limita nelle giocate. Mette il suo zampino nella rete di Icardi con un grande assist. 86’ D’Ambrosio s.v.

Milito 6 – Si ritrova a fare la falsa prima punta. Spesso, infatti, arretra il proprio raggio d’azione e lancia nello spazio Palacio e Guarin. Il principe si ritaglia buone opportunità, ma è ancora inspiegabilmente impreciso sotto porta.  Dal 55’ Icardi 6,5 – Entra e segna. Ritorno col botto per l’attaccante argentino, che porta in vantaggio i suoi.

Palacio 7 – Galleggia sulla linea del fuorigioco, ed è sempre pronto a scattare sui suggerimenti di Guarin. Proprio su una perla del colombiano crea il gioiello che porta in vantaggio l’Inter.

All. Mazzarri 6,5 – L’Inter sbloccata psicologicamente dalla vittoria di domenica scorsa, sembra rinata. Le due mezzali Guarin e Hernanese si scambiano spesso di posizione. Milito gioca da falsa prima punta creando il panico nella difesa viola, che non riesce a trovare punti di riferimento. I tanti ritorni dall’infermeria e i nuovi acquisti, sembrano aver donato nuova linfa a quest’Inter, che non si preclude più l’Europa.

 

Arbitro Damato 4,5 – Nei primi minuti lascia molto correre, forse troppo. La partita col passare dei minuti degenera e lui si vede costretto ad ammonire un po’ tutti. Nel primo tempo non vede un calcio di rigore a favore della Fiorentina. Nella ripresa invece, non viene ben assistito dal suo assistente in occasione della rete di Icardi, che è in offside.  

 

TABELLINO

FIORENTINA-INTER 1-2

FIORENTINA (3-5-1-1): Neto; Diakité, Rodriguez Go.(62’ Tomovic), Compper; Cuadrado(79’ Matri), Aquilani, Pizarro, Fernandez M., Vargas; Joaquin(68’ Gomez); Ilicic. Rosati, Lupatelli, Roncaglia, Tomovic, Pasqual, Bakic, Wolski, Anderson, Gomez, Matos, Matri. All. Montella.

INTER (3-5-2): Handanovic; Rolando, Samuel, Juan Jesus; Jonathan, Guarin(71’ Taider), Kuzmanovic, Hernanes, Nagatomo(86’ D’Ambrosio); Milito(55’ Icardi), Palacio. Carrizo, Castellazzi, Ranocchia, Campagnaro, Andreolli, D’Ambrosio, Zanetti, Cambiasso, Taider, Mudingayi, Botta, Icardi. All. Mazzarri.

Arbitro: Antonio Damato di Barletta

Marcatori: 33’ Palacio (I), 46’ Cuadrado (F), 65’ Icardi (I)

Ammoniti: 16’ Jonathan (I), 44’ Rolando (I), 60’ Guarin (I), 60’ Aquilani (F), 70’ Palacio (I), 81’ Samuel (I), 93’ Handanovic (I)

 

 




Commenta con Facebook