• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, SPECIALE CENTRAVANTI: ecco quanto conta avere o meno una prima punta

Serie A, SPECIALE CENTRAVANTI: ecco quanto conta avere o meno una prima punta

Calciomercato.it vi propone un'analisi sul rendimento dei principali attacchi campionato


Gonzalo Higuain (Getty Images)
Hervé Sacchi

05/12/2013 13:31

SERIE A SPECIALE CENTRAVANTI MEDIA PUNTI CON SENZA PRIMA PUNTA / ROMA - La miglior difesa è l'attacco. Uno dei tanti insegnamenti che si può condividere o meno. Nel calcio, il ruolo dell'attaccante è importante tanto quanto gli altri. Le squadre di oggi fanno di tutto per assicurarsi un uomo da almeno 15 gol a stagione. In Serie A ci sono squadre che, in questa prima parte di stagione, hanno avuto modo solo limitatamente di poter schierare il loro asso offensivo. Scopriamo, dunque, quanto è influente nella media punti la presenza di un vero centravanti.

SENZA CENTRAVANTI
- A figurare nell'elenco troviamo principalmente Roma (senza considerare le partite in cui ha giocato Borriello) e Udinese, alle quali si aggiungono anche l'Inter - senza Milito e Icardi - e la Fiorentina, che per gran parte della stagione non ha avuto modo di utilizzare Mario Gomez. Partendo dai giallorossi, abbiamo isolato le partite senza Borriello, ottenendo complessivamente una media di 2,5 punti a partita. Mazzarri ha sempre utilizzato Palacio come principale punto di riferimento offensivo, anche se l'argentino non ha propriamente le caratteristiche di centravanti, come possono esserlo il 'Principe' o l'ex doriano. I nerazzurri hanno una media di 1,92 punti a partita. Seguono la Fiorentina (1,81) - senza considerare le prime tre partite senza il tedesco Gomez - e l'Udinese (1,14), unica squadra a non adottare una vera e propria punta. La media totale, fra queste quattro squadre, si attesta a 1,84 punti a partita.

CON IL CENTRAVANTI - Abbiamo scelto altre quattro squadre che, invece, utilizzano un attaccante puro. Nella lista figurano Juventus, Napoli, Milan e Lazio. Delle partite dei bianconeri, consideriamo solo quelle in cui Fernando Llorente è stato scelto dall'inizio. La media è di 2,62 punti a partita. Per il Napoli, salvo le partite contro Livorno e Roma, c'è sempre stato un attaccante (Higuain o Zapata). La media è di 2,25 punti a partita. I rossoneri hanno avuto almeno uno tra Matri e Balotelli sempre presente dall'inizio. Il rendimento totale è di 1,21 punti a partita. Anche la Lazio di Petkovic ha sempre optato per una prima punta dall'inizio, a scelta tra Klose, Floccari e Perea. La media è identica a quella dei rossoneri (1,21). Il totale fra le squadre che utilizzano sempre un centravanti è di 1,82 a partita.

CONCLUSIONI - Il fatto di avere una prima punta al centro dell'attacco non è necessariamente un punto di forza. Non garantisce i tre punti da solo, ma è evidente che la Juventus, con il centravanti, ha fatto leggermente meglio della Roma, senza. Così anche il Napoli che ha un rendimento nettamente superiore all'Inter di Mazzarri. La Fiorentina ha ottenuto buone risposte anche senza Mario Gomez, godendosi una posizione di classifica sicuramente migliore a quella di Milan e Lazio che, pur con una prima punta sempre presente al centro dell'attacco, non hanno saputo mantenere un ruolino di marcia pari alle succitate squadre.




Commenta con Facebook