• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Mercato Juventus, Marotta: "Pogba e Pirlo nostre intuizioni. Aspettiamo le occasioni"

Mercato Juventus, Marotta: "Pogba e Pirlo nostre intuizioni. Aspettiamo le occasioni"

L'Ad bianconero ha parlato prima della gara contro il Napoli


Marotta (Getty Images)

10/11/2013 21:28

 

CALCIOMERCATO JUVENTUS MAROTTA / TORINO – Marotta ha parlato a 'Sky' prima della gara contro il Napoli: "Siamo la Juventus e nel DNA abbiamo la vittoria, dobbiamo cercare di ottenere l'obiettivo massimo in ogni competizione, poi è chiaro che ci siano anche gli avversari. Cori contro Napoli? Siamo preoccupati, e credo che lo sia tutto il movimento calcistico, per fatti come quelli accaduti oggi a Nocera. Il nostro calcio va rivalutato non solo per i risultati tecnici, ma anche per l'immagine. Ci dispiace sicuramente: vorrei tanto che i tifosi potessero soltanto incitare la propria squadra e non rivolgere cori offensivi, gesto che considero autolesionista perché porta a punizioni. Dovremmo cercare tutti insieme di debellare questi atteggiamenti".

POGBA - "E' un'intuizione della società e i meriti vanno equamente distribuiti. Prima di lui prendemmo Pirlo a zero: il calcio riserva sempre queste opportunità e bisogna avere la forza di monitorare e un pizzico di fortuna. Inoltre il nostro allenatore è riuscito a valorizzare le risorse di questo ragazzo".

PARATICI AL MILAN? - "Siamo doppiamente orgogliosi di questa voce, perché come Juventus significa che un nostro dirigente è accostato a un club molto prestigioso, e sul piano personale altrettanto sono orgoglioso, dato che ho avviato io Paratici a questa professione qualche anno fa. Tra me, lui e Nedved, sotto la regia di Andrea Agnelli e con l'allenatore Conte, c'è però un sistema granitico nella Juventus, e siamo felici e contenti di dare il nostro contributo alla causa bianconera, per cui non vedo assolutamente altre sirene all'orizzonte".

MILAN - Tevez fu vicino ai rossoneri, che la crisi sia anche colpa della Juventus? "Mi sembrerebbe una mancanza di rispetto entrare nello specifico. Non voglio mancare di rispetto ad una dirigenza che non è la mia. Non è bello assistere a queste situazioni, ma una volta tocca a una società, una volta a un'altra: non tutti possono vincere, vince solo una squadra, e chi non vince viene criticato. Bisogna saperci convivere".




Commenta con Facebook