• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-MARSIGLIA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-MARSIGLIA

Migliori in campo Higuain e Andre' Ayew. Tra gli azzurri male la partita di Armero


Napoli-Marsiglia (Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

07/11/2013 00:16

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-MARSIGLIA / NAPOLI - Un ottimo Marsiglia non basta per fermare la corsa del Napoli, che subisce l'iniziativa dei francesi a più riprese ma poi riesce comunque a sfangarla alla grande. Merito di un gioco corale sempre più oliato, che si avvale poi dell'apporto di gente come Higuaìn, come Mertens, come Marek Hamsik. E ora basterebbe un pareggio aDortmund per iniziare a preparare lo champagne.  

NAPOLI

Reina 6 - Trafitto due volte per disattenzioni dei terzini, non può fare altro che raccogliere il pallone in fondo al sacco. Bene soprattutto nelle uscite alte, quando il pallone arriva nella sua area di competenza. 

Maggio 5,5 - Poco deciso nell'intervento quando Ayew, che non è un gigante, inzucca tranquillo a rete sugli sviluppi del calcio d'angolo, per il vantaggio marsigliese. In sofferenza anche nella ripresa. 

Fernandez 6,5 - Qualche appoggio da brividi, qualche momento un po' così, ma nel complesso è un'altra prestazione di livello, frutto di una sicurezza sempre crescente al fianco di quel mostro sacro che è Albiol. Sbaglia sempre meno, cresce a vista d'occhio. Tempi duri per i suoi concorrenti. 

Albiol 6,5 - Rischia la bambola in diverse occasioni ma riesce ad uscirne sempre alla grande. Pulito negli interventi e deciso palla al piede. Il solito Albiol, insomma. 

Armero 5 - Appena la palla transita dalle sue parti sono brividi sicuri. Thauvin lo manda al manicomio, poi alla fine lo castiga pure, bruciandolo sul tempo e segnando il 2-2. Saltato sistematicamente dagli avversari, un po' meglio in fase d'appoggio, dove si rende anche protagonista di una spettacolare discesa nel finale. 

Dzemaili 5,5 - Tanta corsa, la solita abnegazione, ma troppi appoggi sbagliati. L'approccio confusionario alla partita traspare dal numero di palloni regalati agli avversari. (Dal 44' st Behrami sv)

Inler 7 - Stop di petto e tiro al volo, la specialità della casa per il momentaneo pareggio dei suoi. Da lì in poi si galvanizza, sventagliando a modo suo quando la situazione lo richiede e mettendoci spesso - ma non sempre - una pezza sulle ripartenze avversarie. Peccato per qualche palla persa di troppo. 

Callejon 6 - Quando il pallone arriva dalle sue parti non è mai sprecato, non lo butta mai via. Non sembra brillantissimo come nelle ultime prestazioni, ma non gli si può chiedere di fare sempre il marziano. 

Pandev 6 - Da segnalare l'intelligentissima sponda per Higuaìn in occasione del 2-1 azzurro. Per il resto è lento e va a sprazzi, ma nei frangenti in cui decide di giocare apre voragini nella difesa marsigliese. (Dal 21' st Hamsik 6,5 - Quando entra in campo il Napoli sembra ritrovare nuova linfa vitale, riprovando a cercare con insistenza la via della rete. E infatti nel gol c'è anche il suo zampino: velo geniale per Mertens, che serve Higuaìn liberissimo di battere a rete. I veri big sanno far segnare anche senza toccar palla).

Mertens 6,5 - Dire che questa era stata la sua peggior prestazione da quando è diventato titolare non sarebbe un'eresia e neanche un'offesa, vista la qualità delle precedenti. Poi al minuto 75 decide che è il momento di dare la spinta al risultato e si invola su lla sinistra, servendo ad Higuaìn la palla del 3-2. Anche stasera la standing ovation è meritatissima. (Dal 37' st Insigne 6,5 - Trenta secondi dal suo ingresso, subito la palla giusta. Lorenzo punta l'uomo ed esplode il destro: palo pieno. Stava per venire giù lo stadio).

Higuaìn 8 - Il suo movimento crea un'infinità di palle gol per i compagni, che affondano a piacimento mentre lui porta a spasso i difensori. Poi però ogni tanto la palla arriva anche a lui, e lì sono dolori. Due gol facili facili, ma lì bisogna esserci. Bisogna prendere la mira. Bisogna centrare il bersaglio. Senza dimenticare che di fronte c'è una montagna umana di 1 metro e 90. Bisogna fare il centravanti, e il Pipita sa fare alla grande anche questo. Anzi, soprattutto questo. 

All. Benitez 6,5 - Osa sottovalutare un impegno di Champions, che non sarà certo contro il Barcellona ma è pur sempre un impegno internazionale. Fuori Behrami e Hamsik, a riposo in vista della Juve. Ma gli dice bene anche stasera, perché gli uomini ce li ha e gli consentono di star tranquillo anche quando si fa turnover. Oddio, tranquillo è una parola grossa, visto il Marsiglia di stasera. Ma vincere anche questa significa tanto. Per i numeri ma soprattutto per la consapevolezza. E il Napoli resta l'eccellenza italiana in Europa. Anche senza Behrami, anche senza Hamsik. 

 

MARSIGLIA

Mandanda 5,5 - Tre bei gol del Napoli, su nessuno dei tre poteva molto. Ma sono comunque tre palloni raccolti in fondo al sacco. 

Abdallah 5,5 - Condivide con Diawara la responsabilità del raddoppio partenopeo. Bene su Mertens, un po' meno su Insigne, ma la fatica si faceva sentire. 

N'Koulou 5,5 - Il più attento fra i difensori marsigliesi, si lascia prendere però d'infilata da Mertens, che gli sfugge servendo Higuaìn per il gol-vittoria. Hamsik lo manda fuori giri con una finta. 

Diawara 5 - Il gol di Higuaìn nasce da un'incomprensione difensiva con Abdallah, che scala in ritardo su Pandev, mandando il 34enne centrale fuori dai binari. Uno scherzo poi per il Pipita, lasciato liberissimo di battere a rete. Non perfetto neanche sul definitivo 3-2.

Morel 6 - Contro Callejon è una bella sfida, che lui riesce a superare abbastanza bene. Contiene lo spagnolo e si ripropone in appoggio quando può. Niente male. 

Cheyrou 6 - Picchia come un fabbro e si occupa spesso e volentieri anche di far ripartire l'azione. Di lotta e di governo, come si dice in questi casi. 

Romao 6 - Se Cheyrou è il mediano che rompe e riparte lui è quello di corsa e propositività. Macina chilometri su chilometri e appoggia la fase offensiva con costanza. (Dal 40' st Lemina sv)

Thauvin 7 - Complice l'età è ancora troppo discontinuo, ma quando prende palla dimostra di essere un talento cristallino. Elegante nel tocco e nel passo, rapido di pensiero. Per informazioni chiedere ad Armero, bruciato di netto da una sua incursione vincente. 

Valbuena 5,5 - Qualche guizzo nel primo tempo, ma di sicuro è abbastanza lontano da un rendimento accettabile. Troppo poco per uno come lui, che in questa squadra dovrebbe fare la differenza. (Dal 12' st Payet 6 - Buona ma non eccelsa la spinta sulla sinistra, comunque il suo lo fa).

A. Ayew 7 - Il gol del vantaggio, l'assist del pareggio. In mezzo tante altre giocate di alto profilo. Il migliore dei suoi all'andata, il migliore anche al ritorno. E non solo per il gol. 

J. Ayew 6 - Movimento costante e pericoloso, che mette spesso in difficoltà la difesa avversaria. Nel primo tempo una 'bicicleta' manda a spasso Fernandez, ma la conclusione è debole. Contribuisce comunque molto al frizzante gioco offensivo di Baup. (Dal 22' st Gignac sv)

All. Baup 6 - A differenza della sfida al Velodrome stavolta il Marsiglia se la gioca, eccome se se la gioca. Si porta in vantaggio, subisce il ritorno veemente degli azzurri ma non molla un centimetro, trovando il pareggio. Ci vuole un'azione "da Napoli" per trafiggere ancora Mandanda. Stasera un pareggio non sarebbe stato per niente un furto. 

 

Arbitro Karasev 6 - Poche occasioni di recriminazione da ambo le parti, pochi episodi da moviola. Direzione senza sbavature.  

 

NAPOLI-MARSIGLIA 3-2

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Armero; Inler, Dzemaili (45' st Behrami); Callejón, Pandev (21' st Hamsik), Mertens (40' st Insigne); Higuain. A disp.: Colombo, Cannavaro, Uvini, Zapata. All. Benitez.

Marsiglia (4-2-3-1): Mandanda; Abdallah, Nkoulou, Diawara, Morel; Romao (40' st Lemina), Cheyrou; Thauvin, Valbuena (11' st Payet), A. Ayew; J. Ayew (22' st Gignac). A disp.: Samba, Mendy, Imbula, Khalifa. All. Baup.

Arbitro: Karasev.

Marcatori: 10' A. Ayew (M), 22' Inler (N), 24' Higuaìn (N), 18' st Thauvin (M), 30' st Higuaìn (N).

Ammoniti: Fernandez (N), Romao (M).




Commenta con Facebook