Breaking News
© Getty Images

Napoli, addio Higuain: rosa priva di argentini dopo dodici anni

Per l'intera gestione De Laurentiis non è mai mancato un rappresentante albiceleste

NAPOLI HIGUAIN ICARDI ARGENTINI / NAPOLI - L'addio di Higuain, che è approdato alla Juventus, ha di certo arricchito le casse del Napoli, che ha investito parte dei proventi al momento per Zielinski e Milik. La partenza del 'Pipita' ha però avuto anche un altro effetto, la sparizione dell'ultimo argentino rimasto in rosa. Che Napoli e la terra di Maradona abbiano un forte legame è indiscutibile, come dimostra l'intera gestione De Laurentiis. L'attuale presidente azzurro ha rilevato il club nella stagione 2004-05, portando in campo una rosa a prevalenza italiana. A portare in alto la bandiera argentina c'era Roberto Carlos Sosa, detto 'El Pampa'. La stagione 2007-08 segna l'arrivo di Lavezzi e Navarro, col primo che entra nel cuore dei tifosi del Napoli, per poi andar via dopo cinque stagioni, lasciando come baluardo argentino Fernandez. Da Campagnaro a Fideleff, passando per Datolo e Sosa, i tifosi azzurri sono ormai abituati ad avere almeno un argentino in rosa. 

Per ritrovare una tale penuria occorre tornare indietro all'ultima gestione Naldi, stagione 2003-04, alle porte del fallimento del club. Il Napoli oggi è ben lontano da quei tempi ma, forse per rispettare le tradizioni, potrebbe tentare fino alla fine di strappare Icardi all'Inter.

L.I.

Serie A   Napoli  
Napoli-Fiorentina, Sarri: "Partita rischiosa, Mertens fenomeno"
Napoli-Fiorentina, Sarri: "Partita rischiosa, Mertens fenomeno"
Il tecnico azzurro: "Non era facile, i ragazzi hanno risposto bene"
Serie A   Napoli   Torino
Torino-Napoli, Sarri nervoso: "Mai chiesto un ca**o alla società!"
Torino-Napoli, Sarri nervoso: "Mai chiesto un ca**o alla società!"
Il tecnico ha commentato la netta vittoria contro i granata
Serie A   Napoli   Torino
Torino-Napoli, Sarri: "Non mi lamento, devo molto a De Laurentiis"
Torino-Napoli, Sarri: "Non mi lamento, devo molto a De Laurentiis"
Il tecnico analizza in conferenza stampa la gara di domani