• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI LIVORNO-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI LIVORNO-TORINO

Sfida dalle mille emozioni al ‘Picchi’, il Torino raggiunge il pareggio nel finale grazie al rigore di Cerci


Torino (Getty Images)

31/10/2013 00:03

 

PAGELLE E TABELLINO LIVORNO-TORINO / LIVORNO – Il Livorno accarezza la vittoria ma nel finale viene raggiunta dal Torino con un calcio di rigore. Partita ricca di emozioni, conclusasi con un pareggio che non accontenta nessuna delle due squadre. Tra i padroni di casa spiccano le prestazioni di Bardi e di Emerson, Rinaudo il peggiore. Granata trascinati dal solito Cerci, da rivedere la difesa.

LIVORNO

Bardi 7 - Probabilmente troppo arretrato in occasione del cross di Cerci su cui si avventa Immobile, non può nulla invece sul colpo di testa di Glik. Grande riflesso nel finale del primo tempo ancora su un colpo di testa ravvicinato dello stesso difensore granata, a fine partita salva su Barreto

Coda 6 -  Si fa sfuggire Immobile in occasione dell’1-0, per il resto gioca una partita discreta rischiando poco. Senza infamia e senza lode.

Emerson 7 – Preciso in copertura, mantiene alta la concentrazione della retroguardia livornese nonostante il brutto avvio. Pericoloso con i suoi cross da calcio di punizione, trova un gol pazzesco con una botta micidiale da 30 metri.

Ceccherini 5,5 – Soffre la velocità di Cerci e va spesso in difficoltà contro l’esterno granata. Da rivedere il suo piazzamento sul gol di Glik. Dal 68’ Mbaye – Si limita a svolgere il compitino senza spingere più di tanto sulla sua fascia di competenza. Qualche sofferenza di troppo in fase difensiva

Schiattarella 6,5 - Tanta corsa sulla sua fascia: devastante in fase offensiva, soffre un po’ in quella difensiva. Suo l’assist per la rete dell’1-2 siglata da Paulinho

Luci 5,5 – Soffre un po’ troppo le giocate centrali del Torino, in generale è poco preciso in chiusura e nelle ripartenze. Gara sotto tono 

Greco 6,5 – Schierato un po’ a sorpresa dal primo minuto, dà ragione al suo allenatore mostrando lampi di grande calcio e soprattutto segnando la rete che permette al Livorno di completare la rimonta. Dal 64’ Piccini 6 – Entra per dare più forza ai livornesi e riesce a frenare le sortite offensive del Torino, partita di sacrificio.

Biagianti 6 – Poco appariscente ma sempre importante: gestisce il centrocampo in maniera silenziosa ma sempre efficace. Costretto ad uscire per un problema fisico in avvio di ripresa. Dal 51’ Rinaudo 5 -  Prova a gestire la difesa con la sua esperienza ma finisce per condannare la sua squadra ad un pareggio: nel finale tocca il pallone in area con il braccio e propizia il calcio di rigore trasformato da Cerci

Gemiti 5,5 - Si fa saltare troppo facilmente da Cerci in occasione dell’azione dell’1-0 granata, alla fine riesce a prendere le misure e a contrastare l’esterno granata. Prova anche qualche sortita offensiva ma con poca fortuna

Emeghara 5,5 -  Sembra il gemello dell’attaccante visto lo scorso anno a Siena. Non si vede per tutta la partita, ha l’occasione per sbloccarsi ma, da due passi, calcia addosso a Padelli sprecando una clamorosa palla-gol.

Paulinho 6,5 - Prova a trascinare i suoi dopo l’avvio shock con due gol subiti in pochi minuti, va vicino alla rete con un bel colpo di testa deviato da Padelli. Al 25’ trova la rete su un cross basso di Schiattarella

Allenatore: Nicola 6,5 – Qualcosa da rimproverare per l’atteggiamento iniziale, poi è bravo a spingere la sua squadra verso una clamorosa rimonta. Inserisce Greco dal primo minuto e il centrocampista lo ripaga con la rete del 2-2.

 

TORINO

Padelli 6,5 - Decisivo in avvio di partita su un colpo di testa insidioso di Paulinho, incolpevole sulle reti subite. Parata importantissima nella ripresa su Emeghara

Darmian 5,5 – Si fa sorprendere con troppa facilità dal velo di Paulinho in occasione del gol di Greco, per tutta la partita mostra poca concentrazione 

Glik 6 - Stacca benissimo in area livornese e di testa trova la rete del raddoppio granata, partita di grandissima intensità ma un po’ in difficoltà contro Paulinho.

Moretti 6 – Partita attenta del difensore ex Genoa e Valencia, si comporta bene in copertura soffrendo poco le folate offensive avversarie.

D'Ambrosio 5,5 – Si vede meno del solito in avanti, spinge poco forse anche a causa della grande spinta degli esterni del Livorno. Sfortunato nell’unica occasione importante: entra bene in area e, dopo il servizio di Barreto, colpisce il palo. Dal 85’ Pasquale – S.V.

Gazzi 6 - Prova a sfruttare gli spazi lasciati liberi sulla fascia da Schiattarella ma ci riesce soltanto in poche occasioni. Solito lavoro sporco a centrocampo, tanta corsa. Dal 80’ Meggiorini – S.V.

Vives 6 – Grande intensità a centrocampo, gestisce tanti palloni e tutti in maniera semplice e concreta. Fa da collante tra la difesa e l’attacco, prezioso.

Bellomo 6 – Si impegna e prova a mettere in difficoltà gli avversari, ci riesce soltanto a fasi alterne. Prestazione sufficiente 

El Kaddouri 5 – Prestazione deludente per il centrocampista, che non riesce mai ad entrare in partita. Gioca pochi palloni e lo fa anche malamente: da rivedere. Dal 46’ Barreto – Trova bene in area D’Ambrosio, ma il difensore granata colpisce il palo. In generale non riesce a dare tanto peso all’attacco di Ventura

Cerci 7 - Subito nel vivo della partita, mette in difficoltà gli avversari sin dall’inizio. Suo il guizzo e l’assist per la rete dell’1-0 di Cerci, quattro minuti dopo manda in gol anche Glik da calcio d’angolo. Si spegne un po’ nel corso del match ma è freddo a trasformare il rigore del 3-3

Immobile 6,5 - Torna dal primo minuto dopo la squalifica scontata nella scorsa giornata contro il Napoli e timbra subito il cartellino con una bella rete in spaccata sul cross di Cerci dopo 4 minuti di gioco. Si vede poco, ma da una sua girata nasce l’episodio del calcio di rigore decisivo per il pareggio granata

Allenatore: Ventura 6 – Vive la partita con una intensità pazzesca, prova sempre a spronare i suoi. Prova a sorprendere gli avversari inserendo El Kaddouri dal primo minuto ma la scelta si rivela poco fruttuosa.

Arbitro: Valeri 6 – Cartellino troppo facile per il direttore di gara romano: ammonisce ingiustamente Emeghara per una simulazione che sembrava non esserci, in generale perdona poco ai 22 in campo. Giusto concedere il calcio di rigore al Torino nel finale: sulla girata al volo di Immobile, Rinaudo tiene il braccio largo e ferma il pallone diretto verso la porta di Bardi.

TABELLINO

LIVORNO – TORINO 3-3

Livorno (3-5-2): Bardi; Coda, Emerson, Ceccherini (dal 68’ Mbaye); Schiattarella, Luci, Greco (dal 64’ Piccini), Biagianti (dal 51’ Rinaudo), Gemiti; Emeghara, Paulinho. Allenatore: Nicola.

Torino (3-5-2): Padelli; Darmian, Glik, Moretti; D'Ambrosio (dal 85’ Pasquale), Gazzi (dal 80’ Meggiorini), Vives, Bellomo, El Kaddouri (dal 46’ Barreto); Cerci, Immobile. Allenatore: Ventura.

Arbitro: Valeri

Marcatori: 4’ Immobile (T); 8’ Glik (T); 25’ Paulinho (L); 33’ Greco (L); 63’ Emerson (L); 87’ rig. Cerci (T)

Ammoniti: Coda (L); Glik (T); Greco (L); Luci (L); Emeghara (L); Immobile (T); Cerci (T); Schiattarella (L), Rinaudo (L); Vives (T)

 




Commenta con Facebook