• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Catania > Juventus-Catania, De Canio: "Sara' assalto a Fort Apache!"

Juventus-Catania, De Canio: "Sara' assalto a Fort Apache!"

L'allenatore della squadra etnea ha incontrato i giornalisti alla vigilia della sfida coi bianconeri



29/10/2013 13:05

JUVENTUS CATANIA CONFERENZA STAMPA DE CANIO / CATANIA - De Canio, allenatore del Catania, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita contro la Juventus:

SENSAZIONI - "Il calcio ha abituato a situazioni di questo genere, come la sfida di domani: la Juve è la squadra che ha vinto gli ultimi due Scudetti e col Genoa è stata straripante. Però ogni gara ha una storia a sè e noi ce la giocheremo. Faremo l'impossibile per portare a casa i tre punti, dobbiamo provarci anche se il valore dell'avversario è grande. Faranno assalto a Fort Apache: dovremo difenderci e contrattaccare, essendo bravi e sperare che non siano nella giornata migliore".

ATTEGGIAMENTO -  "Voglio rivedere la grinta del primo tempo col Sassuolo ma anche miglior gestione dei momenti di difficoltà, che con squadre come Juventus e Napoli saranno naturali. Sono cose che verranno fuori col tempo, ci lavoreremo".

IZCO - "Stringe i denti, il momento è questo. Non trova e non troviamo alibi, ma stringe i denti per esserci".

TANDEM MAXI LOPEZ-BERGESSIO - "Sto pensando a tante cose, anche perché la situazione mi impone di pensare a tante cose: le assenze, le tante gare ravvicinate... Devo pensare a tutti coloro che possono offrire il meglio di sè anche da un punto di vista agonistico".

MODULO - "Il 3-5-2? Non posso escludere niente, la situazione generale mi impone di non escludere nulla, anche di ricorrere a qualcosa che non mi piace tantissimo".

TACHTSIDIS - "Non si sostituisce solo per demeriti, ma anche per questioni tattiche. Non lo conosco ancora bene: aveva fatto molto bene, so che è un giocatore forte che ha margini di miglioramento. Ho saputo che nelle precedenti gare è stato fischiato, ho pensato di non esporlo ad un rischio in un modulo diverso, con spazi più ampi dove poteva andare in difficoltà".

CALENDARIO - "Serve coraggio, serve umiltà, ma anche la voglia di dare tutto. Il campionato non sarebbe finito se vincessimo, non vorrebbe dire niente: sarebbe solo un momento positivo e basta. Saremmo comunque in lotta per la salvezza, questa è la nostra dimensione".


S.D.




Commenta con Facebook