• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-SASSUOLO

PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-SASSUOLO

Buona prova di Tachtsidis, impalpabile Schelotto


Catania-Sassuolo (Getty Images)
Simone Bennici

27/10/2013 18:41

PAGELLE E TABELLINO CATANIA-SASSUOLO / CATANIA (Italia) – Uno scialbo pareggio quello tra le due compagini, entrambe in lotta per non retrocedere. Missiroli inventa calcio fino all’ultimo, mentre per gli etnei prova insufficiente di Bergessio.


CATANIA

Andujar 6 – Spettatore non pagante.

Izco 6,5 – Quando c’è classe e testa non importa il ruolo in cui si deve giocare. Il capitano catanese se la cava degnamente anche come esterno destro difensivo.

Gyomber 6 – Molto attento e rapido, si fa trovare pronto su ogni pallone senza sbagliare niente.

Rolin 6 – Anche lui, come tutto il reparto difensivo, guadagna la sufficienza senza faticare più del dovuto.

Biraghi 5,5 – Compito portato a termine anche oggi per il terzino sinistro senza sbavature, ma non cerca mai di fare qualcosa di più.

Plasil 6 – Al 17’ sfiora il vantaggio con un colpo di testa da poco più di un metro sul quale si fa trovare pronto il portiere avversario. Intensità e costanza le armi migliori del centrocampista ceco.

Almiron 6 – Prova di quantità e qualità come sempre la sua, ma si spenge a metà della ripresa (dal 32’ Leto s.v.)

Tachtsidis 6,5 – Sempre pronto, idee chiare e intuizioni rapide. Smista palloni da e per tutte le zone del campo sbagliando rare volte. Con un bel calcio di punizione nella ripresa impegna e non poco Pegolo (dal 69’ Guarente 6 – Una ventina di minuti di buon ed ordinato calcio da parte del centrocampista pisano).

Castro 5,5 – Tanta corsa, come tutto il tridente, ma dentro l’area di rigore non è presente.

Bergessio 5 – Corre tanto anche lui ma sempre a vuoto e rispetto ad altre partite manca la sua presenza negli ultimi 20 metri.

Keko 6,5– Gioca una buona partita buttando dentro l’area una quantità incredibile di cross, sfortunatamente mai sfruttati al meglio dai propri compagni di squadra (dal 54’ Maxi Lopez 5,5 – Appena entrato si prende la responsabilità di tentare la conclusione in porta, ma senza eccellere più di tanto).

All. De Canio 6 – La strada intrapresa è quella giusta, e con lui la squadra può riuscire senza dubbio ad invertire la rotta. Un punto che muove la classifica, se pur di poco.

 

SASSUOLO

Pegolo 6,5 – Compie un miracolo su Plasil nel primo tempo, per poi ripetersi con grandi parate anche nel secondo.

Antei 6 – Il giovane di proprietà della Roma si comporta bene con gli attaccanti avversari.

Bianco 6 – Buona partita priva di errori e disattenzioni.

Marzorati 6 – Partita perfetta fino al cambio per infortunio (dal 40’ Acerbi 6 – Si mette al centro della difesa e fino all’ultimo non perde un contrasto.)

Schelotto 4,5 – L’esterno ex-Inter è autore di una partita sottotono, soffrendo più del dovuto le avanzate nemiche.

Missiroli 6,5 – Il più propositivo dei suoi, nella sua gara n. 100 in Serie A. Crea gioco per 90’ senza fermarsi un attimo, disegna calcio quando a 5’ dal termine mette Zaza davanti la porta, anche se il compagno sbaglia clamorosamente. Uomo partita.

Magnanelli 6 – Il capitano del Sassuolo gioca una partita di quantità e sacrificio. Giusta l’ammonizione all’inizio del secondo tempo.

Kurtic 5 – Smista qualche pallone sulla trequarti ma più di quello non fa, meriti e demeriti di un giocatore ancora troppo altalenante.

Longhi 5,5 – Fatica a trovare i tempi di inserimento non riuscendo mai a liberarsi del suo uomo. Nella ripresa azzarda qualcosa in più ma niente di troppo esagerato.

Berardi 5 – Partita incolore dell’attaccante che risulta pericoloso solo su un calcio di punizione tirato nel primo tempo (dal 60’ Laribi 5 – Entra a mezz’ora dalla fine ma non incide).

Floro Flores 5,5 – Troppo isolato in avanti, ma nonostante ciò non si risparmia mai, come sempre (dal 75’ Zaza 6 – Determinato e coraggioso ha la palla del vantaggio a 5’ dalla fine, ma a porta vuota la mette fuori. Si deve puntare su di lui per la salvezza).

All. Di Francesco 6,5 – Un buon pareggio su un campo difficile come Catania, che per molte altre squadre è stato fatale in passato. Giusti i cambi, cerca sempre di mantenere alta la tensione e alla fine se ne torna a casa con qualche certezza in più.

 

Arbitro Tommasi 6,5 – Tiene in pugno la partita aiutato dal comportamento sostanzialmente corretto dei giocatori in campo.

 

TABELLINO

CATANIA-SASSUOLO 0-0

Catania (4-3-3): Andujar; Izco, Gyomber, Rolin, Biraghi; Plasil, Almiron (77’ Leto), Tachtsidis (69’ Guarente); Castro, Bergessio, Keko (54’ Maxi Lopez). All. De Canio.

Sassuolo (3-5-2): Pegolo; Antei, Bianco, Marzorati (40’ Acerbi); Schelotto, Missiroli, Magnanelli, Kurtic, Longhi; Berardi (60’ Laribi), Floro Flores (75’ Zaza). All. Di Francesco.

Arbitro: Dino Tommasi

Marcatori: -

Ammoniti: 50’ Magnanelli (S), 78’ Laribi (S), 80’ Bergessio (C)

Espulsi: -




Commenta con Facebook