• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Cagliari > Cagliari-Inter, Lopez crede nel colpaccio: "Ce la giocheremo"

Cagliari-Inter, Lopez crede nel colpaccio: "Ce la giocheremo"

Le dichiarazioni rilasciate alla vigilia dal tecnico della formazione sarda



28/09/2013 14:19

CAGLIARI INTER CONFERENZA STAMPA LOPEZ / CAGLIARI - Il Cagliari dovrà rinunciare a Cossu ed Ekdal per il difficile impegno di domani contro la sorprendente Inter di Walter Mazzarri. Ma Diego Lopez sembra quasi non farci caso: "Nel ruolo di trequartista possono giocare Ibraimi, Nainggolan e Cabrera. Dobbiamo fare a meno di due elementi importanti, ma posso schierare altri uomini validi, seppure con caratteristiche diverse. Per il resto, mercoledì abbiamo ruotato qualche elemento. Meglio distribuire le forze, in Serie A si giocano partite ad alto livello con grande ritmo, difficile poter schierare sempre gli stessi undici".

OBIETTIVO CREDERCI - "L'idea è di giocare la partita. Abbiamo dimostrato di saperlo fare, anche in casa del Milan, quando nel secondo tempo, pur senza fare cose eccezionali, siamo arrivati in porta un paio di volte. Dobbiamo e sappiamo giocare bene, il che non significa che automaticamente faremo risultato. Contro la Sampdoria e il Livorno le prestazioni sono state buone, ma abbiamo raggranellato appena 2 punti. Ci deve servire da lezione: in Serie A bisogna rimanere attenti e concentrati per 90'".

L'AVVERSARIO - "Difficile individuare un solo giocatore pericoloso. Ne hanno tanti, tutti bravi ed esperti, tra formazione titolare e panchina. Basta pensare che se non gioca Palacio c'è uno come Milito. Mazzarri è stato bravissimo a trasmettere le sue idee e la sua mentalità in poco tempo. Penso che bisogna stare molto attenti alle loro ripartenze. Sono capaci di arretrare, ma una volta conquistata palla possono farti male perchè hanno giocatori veloci e con grande forza fisica".

A.B.

 




Commenta con Facebook