• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Torino > Torino-Juventus, Ventura: "Loro favoriti per lo scudetto, ma non abbiamo timore"

Torino-Juventus, Ventura: "Loro favoriti per lo scudetto, ma non abbiamo timore"

Il tecnico granata parla in conferenza stampa alla vigilia del derby della Mole


Giampiero Ventura (Getty Images)

28/09/2013 10:31

TORINO JUVENTUS CONFERENZA VENTURA / TORINO - Nessun timore: Giampiero Ventura parla in conferenza stampa alla vigilia di Torino-Juventus. Il tecnico granata crede nel colpaccio: "Erano 33 anni che non vincevamo a Bologna, ora sono 18 che non conquistiamo i tre punti nel derby: speriamo sia di buon auspicio. Il derby è una sfida particolare, a sè: abbiamo grande rispetto per una squadra che ha vinto due scudetti negli ultimi due anni, ma non abbiamo timore. La Juve ha rinforzato una squadra che era già molto competitiva. Però essendo una partita a sè quella di domani, abbiamo la presunzione di provare a fare risultato".

CRESCITA - "Tra Torino e Juve ad essere cresciuti maggiormente sono stati i granata, ma per il semplice motivo che i bianconeri erano ad un livello altissimo già l'anno scorso e i margini di miglioramento erano minimi. La Juventus resta la squadra da battere in serie A. Roma e Napoli si sono rinforzate molto e Inter si è ripresa: è per questo motivo che il campionato di quest'anno è più difficile e competitivo".

IMMOBILE - "Sta abbastanza bene, quindi se non succede nulla dovrebbe essere della partita. Sono sicuro che sarà un derby giocato a viso aperto. Tevez? È stato un acquisto importante per loro perchè ha aumentato la mentalità e la qualità della rosa della Juve. Ogbonna? Dal punto di vista professionale sono contento per lui perchè tra i nostri obiettivi c'è quello di lanciare e valorizzare i giovani: è un ragazzo molto serio e si merita di raggiungere i suoi obiettivi. Detto questo però speriamo di dargli un dispiacere domani".




Commenta con Facebook