Breaking News
© Getty Images

I CRAQUE DEL MOMENTO - José Sand: il bomber senza età

A quasi 36 anni il centravanti del Lanus è capocannoniere del campionato argentino

I CRAQUE DEL MOMENTO LANUS JOSE' SAND / ROMA - "Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano". Si potrebbero utilizzare le note ed il testo della celebre canzone di Antonello Venditti per riassumere la carriera di José Sand, centravanti argentino che il prossimo 17 luglio compirà 36 anni, ma che non ha ancora perso il vizio di segnare. Dopo le esperienze più o meno fortunate con le maglie di Colon, Independiente, Vitoria, Defensor, River Plate e Banfield, nel 2007 sbarca al Lanus con cui vince subito il Torneo di Apertura e si aggiudica per due volte il titolo di capocannoniere. Prestazioni che accendono i riflettori del calciomercato su di lui e che gli valgono il ricco contratto dell'Al-Ain, negli Emirati Arabi: anche qui diventa il re dei goleador e allora accetta la grande sfida europea. Ma l'esame di maturità in Spagna con il Deportivo La Coruna fallisce e allora attraversa di nuovo l'Oceano per giocare in Messico col Tijuana e poi tornare in patria per continuare il lungo giro che lo porta a giocare con Racing, Tigre, Argentinos Juniors, Boca Unidos, Aldosivi e, finalmente, di nuovo al Lanus.

13 GOL IN 13 PARTITE - Il Lanus non aveva mai vinto il titolo argentino prima di quel 2007 e non lo ha più vinto successivamente. Ma se il club del paese in provincia di Buenos Aires può tornare a sognare lo deve proprio a José Sand: l'attaccante e capitano dei granata sta trascinando la sua squadra al primo posto (+7 sulle seconde) al ritmo di un gol a partita: grazie al rigore trasformato contro il Tigre nei minuti finali dell'ultimo turno di campionato, infatti, 'Pepe' - come viene chiamato da tifosi e compagni - ha mantenuto la perfetta media: 13 reti in 13 partite.

SOGNI E RIMPIANTI - Alla soglia dei 36 anni si può ancora sognare come un bambino. José Sand al tramonto della sua carriera ne ha ancora due da realizzare: far vincere nuovamente il campionato al suo Lanus e giocare la Copa Libertadores con la maglia granata. Ma in tanti anni non mancano nemmeno i rimpianti: dal non essere riuscito a dimostrare il suo valore in Europa alla Nazionale assaporata solo di sfuggita con due presenze. Indimenticabile quella da titolare, anche se soltanto in amichevole contro Panama, sotto la guida di Diego Armando Maradona.

I Craque del momento   Palermo  
I CRAQUE DEL MOMENTO - Rayo Vallecano, Bueno: il bomber di periferia
I CRAQUE DEL MOMENTO - Rayo Vallecano, Bueno: il bomber di periferia
L'attaccante spagnolo cresciuto nel Real sta attirando le attenzioni di molti club europei grazie alle sue reti
I Craque del momento   Hellas Verona  
I CRAQUE DEL MOMENTO - Verona, Ionita: la sorpresa che non ti aspetti
I CRAQUE DEL MOMENTO - Verona, Ionita: la sorpresa che non ti aspetti
Da sconosciuto a certezza. Già a quota due reti è il primo moldavo della storia della Serie A.
I Craque del momento   Napoli  
I CRAQUE DEL MOMENTO - Il Napoli ritrova il suo goleador Callejon
I CRAQUE DEL MOMENTO - Il Napoli ritrova il suo goleador Callejon
L'attaccante spagnolo protagonista dell'estate azzurra