• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Petkovic controcorrente: "Siamo da terzo posto, in attacco i numeri giusti"

Lazio, Petkovic controcorrente: "Siamo da terzo posto, in attacco i numeri giusti"

Il tecnico crede nella Champions: "Ho grande fiducia in questo gruppo"


Vladimir Petkovic (Getty Images)
Marco Di Federico

05/09/2013 11:08

CALCIOMERCATO LAZIO PETKOVIC YILMAZ COPPA ITALIA / ROMA - Per Vladimir Petkovic era l'esordio all'Elite Club Coach Forum che l'Uefa organizza ogni anno nel suo quartier generale di Nyon. Per il tecnico biancoceleste è stata anche l'occasione per tirare le somme sulla sua Lazio dopo la fine del calciomercato estivo. "Non siamo quelli della Supercoppa. Per come abbiamo perso quella partita all'Olimpico un po' mi sono vergognato, ma a Torino abbiamo dimostrato di essere uomini, di avere un grande carattere. - le parole del tecnico riportate dal 'Corriere dello Sport' - L'Udinese lo scorso anno è arrivata davanti a noi e l'abbiamo battuta facendo bene: nella prima ore contro i friulani ho visto la mia Lazio. Sentir dire che siamo una squadra da settimo-ottavo posto deve essere uno stimolo per dimostrare quanto valiamo da qui fino alla fine del campionato. Ho grande fiducia in questo gruppo".

CHAMPIONS LEAGUE "La Lazio deve lottare per il terzo posto. Lo scorso anno ci è mancato poco perché lo conquistassimo e i 61 punti che abbiamo totalizzato non sono un brutto risultato se si considera che quando abbiamo saputo l'avversaria della finale di Coppa Italia abbiamo iniziato a pensare troppo a quell'incontro, lasciando per strada molti punti. Se non avessimo sprecato qualche occasione di troppo, avremmo chiuso con una classifica ancora migliore".

ATTACCO "Numericamente non penso che ci manchi qualcosa. Se Floccari gioca come nella seconda parte della scorsa stagione e se i giovani Perea e Keita dimostrano il loro valore adattandosi al nostro campionato, non avremo problemi. Là davanti ci vuole imprevedibilità e non dobbiamo aspettare che a segnare sia solo il nostro centravanti. Tutti devono dare il loro contributo, tutti devono arrivare al tiro e far gol. Mi aspetto che le nostre mezze punte esplodano, magari anche svariando su tutto il fronte offensivo, senza avere una posizione fissa".

COPPA ITALIA "Non ci penso più e spero che anche l'ambiente lo dimentichi presto. Di certo nella finale di Supercoppa abbiamo pagato un eccesso di euforia e non possiamo ripetere questo errore per tutta la stagione. É necessario tornare ad avere la mentalità della passata stagione e smettere di pensare alla Coppa Italia vinta contro la Roma".

 




Commenta con Facebook