Breaking News
© Getty Images

Inter-Torino, Ventura: "Abbiamo ottenuto meno di quanto avremmo potuto"

Le parole in conferenza stampa dell'allenatore granata

INTER TORINO VENTURA CONFERENZA / TORINO - Il Torino si prepara alla trasferta di Milano: i granata sono attesi dall'Inter in un match in cui Ventura non potrà contare su Immobile, fuori per qualche settimana. In conferenza stampa il tecnico della formazione piemontese spiega come ha intenzione di sostituire l'attaccante: "Manca Immobile per cui dovremo fare di necessità virtù. Maxi Lopez l'anno scorso è stato un giocatore importante e ha voglia di voglia di essere importante anche ora. Lo stesso vale per Martinez: è un'occasione per entrambi. Le motivazioni saranno molte sia per il Torino che per l'Inter. Da qui a fine anno dobbiamo raccogliere più punti possibili per la classifica e per fare verifiche importanti".

CALCIATORI DA TORINO - "Se dovessi capire ora chi è da Toro e chi no, vuol dire che avremmo perso tutto il tempo precedente. Dobbiamo riprendere il discorso interrotto negli ultimi mesi si è interrotto e fare tesoro di quanto è successo quest'anno. Il campionato non è ancora finito e non dobbiamo prendere queste ultime partite con sufficienza. Ci sono stagioni in cui le cose nascono bene, altre in cui invece ti va tutto storto. Dobbiamo avere la consapevolezza che abbiamo ottenuto meno di quanto avremmo potuto, ma senza piangerci addosso: occorre lavorare intensamente".

B.D.S.

Serie A   Inter  
FOTO CM.IT - Inter, Vecchi: "Scuse Gabigol? Gli fa onore"
FOTO CM.IT - Inter, Vecchi: "Scuse Gabigol? Gli fa onore"
Il tecnico sul brasiliano: "Si confronterà anche con la società"
Serie A   Inter   Lazio
Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
Lazio-Inter, Vecchi: "Non si può finire così! Il nuovo allenatore..."
Il tecnico nerazzurro ha incontrato i giornalisti in sala stampa
Serie A   Inter  
Inter, è caos: record negativo, tifosi furiosi e il mercato alle porte
Inter, è caos: record negativo, tifosi furiosi e il mercato alle porte
Solo due punti in otto partite. La curva contesta, Handanovic e Eder alzano i toni in tv