• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Sean Sogliano su coppa Italia e mercato Verona

Sean Sogliano su coppa Italia e mercato Verona

Il direttore sportivo del Verona ai microfoni di Calciomercato.it tra successo in Tim Cup contro la formazione di Gattuso e le operazioni in entrata


Edgar Barreto(Getty Images)
Giorgio Elia

18/08/2013 13:39

MERCATO PALERMO ESCLUSIVO SOGLIANO/PALERMO - "Ieri al Barbera ho visto un buon Palermo, una squadra sicuramente molto forte che parte con i favori del pronostico in vista del prossimo campionato cadetto. Sicuramente la serie B è un torneo nel quale non mancano le sorprese ma considerato lo spessore dell'organico allestito nel corso dell'attuale sessione di mercato, la prossima sarà una stagione di vertice per i colori rosanero". Queste le parole del direttore sportivo del Verona Sean Sogliano, il quale ai microfoni di Calciomercato.it torna sulla vittoria di ieri della sua squadra sul campo del Palermo nel terzo turno di Tim Cup.

GATTUSO - Il diesse degli scaligeri con un passato al Palermo parla poi di Gennaro Gattuso, tecnico alla prima esperienza nel campionato italiano dopo la breve parentesi al Sion: "Le componenti che determinano i risultati di una stagione sono diverse, ma Rino è sicuramente una persona che ha la carica giusta per potersi confrontare con una realtà alla ricerca della pronta risalita nella massima serie. Nonostante sia alla prima vera e propria esperienza da allenatore l'ho visto avere già le idee abbastanza chiare, aspetto sicuramente rilevante in vista di un campionato impegnativo come quello cadetto. Le motivazioni giuste a Gattuso sicuramente non mancano, tutte premesse importanti per poter pensare di fare bene sulla panchina del Palermo".

BARRETO E PISANO - Tra i giocatori approdati in rosanero nel corso della gestione Sogliano figurano anche Edgar Barreto ed Eros Pisano, i cui nomi sono stati accostati ripetutamente al Verona in questa sessione di mercato. Sogliano fa chiarezza sulle voci di mercato relative ai due calciatori di proprietà del Palermo: "Se mi aspettavo che Barreto potesse diventare negli anni il capitano del Palermo? Direi proprio di sì considerato quanto fatto da questo giocatore negli ultimi anni a Palermo. Nonostante si siano avvicendati diversi allenatori Barreto è stato uno tra i più presenti in queste ultime stagioni, aspetto che sottolinea l'importanza e l'utilità di questo giocatore. Ho provato a portarlo a Verona? Posso dire che Edgar è a conoscenza della grande stima che ho nei suoi confronti, ma non aggiungo altro a riguardo. Pisano? Eros è un ragazzo serio e il fatto che Gattuso gli abbia affidato la fascia in assenza di Barreto ne è la chiara testimonianza. Il mercato è sempre molto imprevedibile e non rilascia mai verdetti definitivi fino alla sua chiusura, ma al momento credo che il Palermo abbia deciso di trattenere il ragazzo".

LONGO - Sogliano torna poi a concentrarsi interamente sulle vicende legate al Verona, tracciando il punto sulle possibili strategie di mercato del club in questi ultimi giorni della finestra estiva: "Il mercato ogni anno diventa sempre più difficile e sicuramente per una neopromossa non è semplice confrontarsi con i parametri della massima serie. Da diversi anni a questa parte è poi divenuto costume tipicamente italiano concentrare un gran numero di operazioni nei giorni finali della sessione, con qualcosa che ancora verrà fatta dalla nostra società in questi ultimi dieci giorni. Longo? Domani è previsto un incontro con l'Inter per cercare di sbloccare il suo arrivo a Verona".

DERBY E SANNINO - Ultima considerazione legata agli obiettivi stagionali del Verona e allo scontro a distanza nel derby con l'amico Sannino: "Conosciamo quello che sarà il nostro obiettivo, con la volontà di risponder al grande entusiasmo della città provando a fare quanti più punti possibili per mantenere la categoria. Rispetto a noi il Chievo è una squadra che ha ormai maturato una certa abitudine a lottare proprio per questo obiettivo e rappresenta sicuramente una delle concorrenti che ritroveremo nel nostro cammino nella lotta per la permanenza in serie A. Sannino è un tecnico che arriva al Chievo con una grande voglia di fare e con grandi motivazioni, ma adesso il pensiero è interamente rivolto al farci trovare pronti per affrontare al meglio il nostro ritorno nella massima serie".




Commenta con Facebook