• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Calciomercato Fiorentina, estate 2013 come 2008: storia che vince non si cambia?

Calciomercato Fiorentina, estate 2013 come 2008: storia che vince non si cambia?

La societa' viola sta infiammando la piazza con una serie di colpi di grande livello


Alberto Gilardino (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

08/07/2013 16:05

CALCIOMERCATO FIORENTINA GOMEZ GILARDINO / ROMA - La Fiorentina impara dai suoi anni migliori. Questa finestra di calciomercato estivo si sta tingendo sempre più di viola, grazie all'ottimo lavoro della dirigenza gigliata. Ad incuriosire sono le molte analogie con l'ultima grande estate di mercato della Fiorentina: correva l'anno 2008, i Della Valle mettevano in budget oltre 50 milioni di euro, e Pantaleo Corvino portò a Firenze, in particolare, quattro giocatori: un esterno di cui si diceva un gran bene (Juan Manuel Vargas), un solido centrocampista (Felipe Melo), un giovane talentuosissimo (Stevan Jovetic) e un centravanti altamente prolifico (Alberto Gilardino).

Oggi come allora, la Fiorentina si è assicurata un esterno di cui si dice un gran bene (Joaquin), un solido centrocampista (Massimo Ambrosini), un giovane talentuosissimo (il riscatto di Juan Cuadrado) e un centravanti altamente prolifico (Mario Gomez, per cui manca solo la firma). Correva la stagione 2008-09, erano gli anni di Cesare Prandelli, e la Fiorentina centrò il quarto posto in Serie A, giocando Champions League e Coppa UEFA; Gilardino chiuse l'anno con 25 gol. Che questa Viola sia capace di surclassare quel miracolo in miniatura targato Prandelli-Della Valle? D'altronde, la proprietà è sempre quella... e il mercato infiamma. Infiamma sempre più.




Commenta con Facebook