• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-TORINO

Segnale di riserva sempre piu' acceso per i rossoneri che, senza Montolivo e con un Balotelli spento, disputano una gara davvero deludente. Granata puniti oltre i loro demeriti.


Dura lotta a S. Siro (Getty Images)
Stefano Carnevali (Twitter: @stefano_kaiser)

05/05/2013 16:57

 

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-TORINO / MILANO - Ancora una volta il Milan dimostra di essere a corto di energie. Escono così i limiti tecnici evidenti dell'organico rossonero che, quando non trova Balotelli in giornata, fa molta fatica. L'assenza di Montolivo, poi, è sanguinosissima. Il Torino scende a S. Siro per difendersi a oltranza e insidiare il Milan in contropiede. Missioni quasi compiuta, sfiorando il colpaccio: i granata sono puniti oltre i loro demeriti. Tra i rossoneri deludono Nocerino, Boateng e soprattutto El Shaarawy. Muntari, dopo un buon avvio, si spegne. Decisivo - paradossalmente - Abbiati. Balotelli non brilla, ma firma il gol vittoria. Nel Torino la difesa è promossa in blocco (nonostante il blackout finale) e Cerci si conferma su alti livelli. Bocciato Barreto che si vede poco e fallisce due occasioni importantissime. Clamoroso l'ennesimo crollo del Toro nel finale. 

 

MILAN

Abbiati 7 - Di un'altra pasta rispetto ad Amelia, su questo non c'è dubbio: sempre sicuro e addirittura miracoloso su Barreto al 16'. Nella ripresa è ancora decisivo sul brasiliano nell'unica parata della seconda frazione di gioco.

Abate 6 - Tocca un numero impressionante di palloni e accompagna sempre l'azione. Non risulta però mai davvero determinante. Cala nel secondo tempo.

Zapata 6 - Partita non facile, perché il Milan è spesso colpito in contropiede. risulta comunque il migliore della difesa rossonera. Cala nel secondo tempo, con qualche ingenuità di troppo.

Mexes 6 - Qualche sbavatura di troppo in fase difensiva e un gol sfiorato sono il bilancio del suo primo tempo. Ripresa sempre traballante dietro. Fondamentale la torre in occasione dl gol di Balotelli

Constant 5,5 - Gioca uno dei peggiori primi tempi della sua esperienza in rossonero: impreciso negli appoggi e disattento in difesa. Cresce nella ripresa, ma resta lontano dalle sue prestazioni migliori.

Flamini 6 - Confusionario ma propositivo e vitale: rarità in questo del Milan. Cala evidentemente alla distanza. Dall'81' Robinho SV - Se non altro sa come si batte un corner. E' vivace, molto più dei suoi compagni di reparto.

Muntari 5,5 - Piazzato in mezzo al campo sembra maggiormente 'nella parte' rispetto al solito. Non è un regista di grande qualità ma si fa apprezzare come schermo davanti alla difesa. Trova spesso la via del tiro con risultati anche apprezzabili. Nella ripresa troppo compassato, lento e impreciso.

Nocerino 5 - Inizialmente si incarica di tutti calci piazzati che dovrebbero originare un cross. E non ne azzecca una: viene presto degradato. Ma il suo - ennesimo - brutto pomeriggio non finisce qui: non è un fattore, non riesce a rendersi utile in nessuna delle due fasi. Qualcosa in più si vede nella ripresa. 

Boateng 5 - Sempre in movimento. Ala destra solo sulla carta, visto che svaria su tutto il fronte dell'attacco, qualche passo dietro Balotelli. Si mangia almeno due gol: uno per la bravura di Gillet, il secondo per una scarsa coordinazione nel colpo di testa. Via via si spegne: nella ripresa sbaglia quasi ogni tocco. Dal 76' Niang 5,5 - Entra con un atteggiamento davvero sbagliato: indisponente. 

Balotelli 6 - Subisce un numero esorbitante di falli, perché potrargli via il pallone è davvero difficile. Dopo un buon avvio, trova sempre meno spazio e subentra il nervosismo. E' però decisivo, con il suo nono gol in campionato.

El Shaarawy 5 - Non riesce mai a cambiare passo. Il Torino è corto e compatto, ma lui per tutto il primo tempo non trova mai la giocata giusta, lo spunto vincente. Ci mette sempre un tocco di troppo in ogni occasione. Dal 56' Pazzini 5,5 - Si piazza al centro dell'attacco, ma non trova mai la palla giusta. Non si ripete il miracolo di Milan-Catania.

All: Allegri 5,5 - Il Milan domina, attirato dalla difesa granata bassissima. Ai rossoneri però manca il ritmo giusto. Ecco allora che il Torino tiene e prova a colpire in contropiede risultando più che pericoloso. Questa squadra, se non corre a mille, mette in mostra tutti i suoi limiti tecnici che, se non si innesca Balotelli, sono troppi. Inspiegabile perché non provi a rimescolare le cose in avanti un po' prima (con Niang o Robinho). Vittoria soffertissima ma fondamentale.

 

TORINO 

Gillet 6,5 - Doppia parata al 9' sul duo ghanese del Milan e altri interventi sicuri. Così così, invece, nelle uscite. 

Darmian 6 - Grande primo tempo: dalle sue parti non si passa e la sua spinta è costante. Secondo tempo più prudente.

Di Cesare 6,5 - Marcatore puro. Tiene la zona per consentire a Darmian di spingere senza preoccuparsi di quando El Shaarawy stringe. Dall'83' D'Ambrosio SV -.

Rodriguez 7 - Comanda il fortino. E senza sbavature per tutto il primo tempo. Spesso è decisivo nell'anticipo. Prova di alto livello, anche perché protettissimo. 

Ogbonna 6,5 - E' l'unico dei tre centrali a provare qualche sortita, visto che spesso Boateng non gravita effettivamente dalle sue parti. Partita solida.

S. Masiello 5,5 - Bloccatissimo. Ha il suo da fare per limitare Abate e Flamini.

Basha 6 - Prova poco propositiva: ha di fronte lo spento Nocerino e un Costant non in giornata- Il massimo che riesce a fare è tenere la posizione. Molto più utile quando si tratta di distruggere. 

Vives 6,5 - Catalizza il gioco del Torino cercando, con il minimo dei tocchi, di innescare le punte. Utile anche a protezione della difesa. 

Brighi 6 - Tanta corsa e tanta intensità. Grande prova di 'rottura'. Dal 74' Santana 6 - Fa il suo per una manciata di minuti.

Cerci 6,5 - Elogiato da Galliani nel pre-gara, si dimostra in buona forma. Svaria ovunque alle spalle di Barreto, risultando sempre pericoloso. Secondo tempo meno brillante.

Barreto 5 - Si divora un gol incredibile al 16' e non si riprende più. Si rivede a metà del secondo tempo, quando si infrange ancora su Abbiati. Dall'83' Meggiorini SV -.

All: Ventura 6,5 - Lo schieramento di Ventura è molto coperto. L'idea è di attirare il Milan per poi sfruttare le ripartenze grazie a due punte veloci come Cerci e Barreto. Siccome i rossoneri non trovano il ritmo giusto, le cose funzionano eccome: nel primo tempo le occasioni migliori sono dei granata. Nella ripresa è puro contenimento. La missione sembra compiuta ma, come al solito, nel finale di gara, il Toro è beffato oltre i propri demeriti.

 

Arbitro: Damato 5,5 - La partita non si accende, lui la tiene bene. Unico appunto: forse tollera uun po' troppo le maniere forti contro Balotelli. Erroraccio quando, nel recupero, non applica il vantaggio a favore di Pazzini lanciato a rete.

 

MILAN-TORINO 1-0

MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Constant; Flamini (81' Robinho), Muntari, Nocerino; Boateng (76' Niang), Balotelli, El Shaarawy (56' Pazzini). All: Allegri

TORINO (5-3-2): Gillet; Darmian, Di Cesare (83' D'Ambrosio), Rodriguez, Ogbonna, S. Masiello; Basha, Vives, Brighi (75' Santana); Cerci, Barreto (83' Meggiorini). All: Ventura

Arbitro: Damato

Marcatori: 84' Balotelli (M)

Ammoniti: 48' Mexes, 72' Muntari, 74' Boateng, 84' Balotelli(M)

Espulsi: 

Note: 

 




Commenta con Facebook