• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Osvaldo tris per l'Europa, Silvestre inguaia l'Inter

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Osvaldo tris per l'Europa, Silvestre inguaia l'Inter

Top e Flop della 34esima giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Pablo Daniel Osvaldo (Getty Images)
Emiliano Forte

29/04/2013 07:30

PAGELLONE, OSVALDO SILVESTRE / MILANO – Con il poker al Siena la Roma guadagna tre punti preziosissimi per la corsa ad un piazzamento che vale il pass per Europa League. Mattatore della sfida un Osvaldo in versione super. Tra i migliori anche Lamela autore di grandi giocate e di uno splendido gol. Il Milan supera il Catania al termine di una partita spettacolare grazie all'opportunismo di Pazzini che entra e decide l'incontro. Mentre Ljajic si toglie una bella soddisfazione contro la Samp dell'ex Delio Rossi, Ilicic continua a far sognare Palermo che crede sempre più nella salvezza. Prosegue, invece, la stagione negativa di Silvestre che contro i suoi vecchi compagni   commette un errore che costa caro all'Inter. Male anche uno spento Maxi Lopez così come Cerci che non riesce ad incidere nel derby di Torino.  


TOP

5.Ilicic (Palermo) –
Con questa sono cinque le reti consecutive, tutte pesantissime, per il giocatore sloveno. Grazie alla sua classe e ad una ritrovata vena realizzativa tutta Palermo crede nell'impresa. Condottiero. VOTO 7

4.Lamela (Roma) – Firma il raddoppio giallorosso con un gol da fuoriclasse vero. Ha doti fuori dal comune e le mette a servizio della squadra con la maturità di campione di lungo corso. Genio e concretezza. VOTO 7,5

3.Ljajic (Fiorentina) – L'attaccante serbo mette in bella mostra le sue qualità e le sue grandi doti tecniche confezionando un assist e un gran gol dei suoi. Prestazione sopra le righe per un giocatore che sembra avviato alla completa maturazione. Insomma pensando all'episodio che lo vide protagonista con Delio Rossi la scorsa stagione si può parlare di una piccola ma saporita rivincita. Da promessa a certezza. VOTO 7,5

2.Pazzini (Milan) – Si alza dalla panchina quando il punteggio diceva 1-2 per gli ospiti. In una manciata di minuti il Pazzo ribalta le sorti dell'incontro con due zampate tipiche del suo repertorio da goleador di razza. Spietato. VOTO 7,5

1.Osvaldo (Roma) – Quando è in giornata in area fa la parte del leone, in più se ha la fortuna di avere a sostegno due come Lamela e Totti in vena di giocate d'alta scuola tutto diventa più facile. Devastante. VOTO 8



FLOP


5.Cerci (Torino) – Alla vigilia era dato come possibile uomo derby, invece come spesso gli è capitato in passato il talentuoso numero 11 granata si smarrisce sul più bello. Non è stata la più semplice delle partite per lui con i compagni che non sono riusciti a sfruttare al meglio le sue doti. Ma da uno come lui ci si aspetta decisamente di più. Timido. VOTO 5

4.Sculli (Pescara) – Con la fascia da capitano al braccio dovrebbe motivare e trascinare i compagni invece sembra il primo ad arrendersi e a perdere stimoli. Svogliato. VOTO 4,5

3.Paci (Siena) – Si trova di fronte un Osvaldo versione super e per lui sono dolori. VOTO 4,5

2.Maxi Lopez (Sampdoria)
– Impalpabile, praticamente un corpo estraneo per 55 minuti durante i quali è spettatore in campo. Lascia il posto a Icardi. Innocuo. VOTO 4,5

1.Silvestre (Inter) – Con un erroraccio regala ad Ilicic il pallone che costa la sconfitta ai suoi. L'ottimo centrale dei tempi di Palermo è un lontano parente del Silvestre in versione nerazzurra impacciato e poco reattivo. Smarrito. VOTO 4




Commenta con Facebook