• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Moratti corre in soccorso di Stramaccioni

Calciomercato Inter, Moratti corre in soccorso di Stramaccioni

Il patron in occasione dei 105 anni dell'Inter: "Ha risposto positivamente alla difficolta'"


Massimo Moratti (Getty Images)
Marco Di Federico

09/03/2013 13:04

CALCIOMERCATO INTER 105 ANNI STRAMACCIONI MORATTI / MILANO - Il compleanno per i 105 anni dell'Inter arriva in un momento molto delicato per la squadra nerazzurra. La batosta di Londra ha riaperto la crisi, ma Massimo Moratti continua ad usare parole al miele per Andrea Stramaccioni. "L'allenatore ha risposto positivamente alla difficoltà di un ruolo di questo tipo, - le parole del patron al sito ufficiale nerazzurro - alla pressione che si subisce, e quindi questo è un passo significativo per quello che è il progetto, che è un progetto anche di cambiamento obbligatorio dovuto al fatto che i giocatori, campionissimi che abbiamo avuto e abbiamo, e che dimostrano sempre un grande carattere, hanno bisogno comunque di passare poi un bel giorno il testimone a nuovi giocatori e questo lo si deve fare con intelligenza, calma e spero, credo, che Stramaccioni questo lo sappia fare".

105 ANNI "Il destino ha voluto che ci fosse un legame forte, che ci capitasse - per passione, perché è stata una scelta - di prenderci questa responsabilità. Il destino, anche a fatica, ma in un certo momento ci ha premiato di questa avventura. Io ricordo con grandissimo orgoglio il periodo di mio padre e sto vivendo il mio periodo, mio e della mia famiglia attuale... solitamente mentre le stai vivendo le cose vedi soltanto l'aspetto negativo, quelle positive ti scivolano via, perché hai sempre in mente il domani, non hai in mente quello che è successo ieri, però nell'insieme devo dire che credo, spero, che la famiglia rimanga in mente, soprattutto mio padre, come un momento di storia molto importante, decisivo devo dire, per portare la squadra a livelli internazionali ed essere conosciuta e amata anche nel resto del mondo.".




Commenta con Facebook