• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-ATALANTA

Un ottimo Toro piega un'Atalanta spenta e poco reattiva grazie ai gol di Cerci e Birsa


Alessio Cerci (Getty Images)
Marco Macca

17/02/2013 18:11

PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-ATALANTA / TORINO - Un Toro in predominio del campo per quasi tutta la partita ha la meglio di un'Atalanta davvero opaca e quasi mai pericolosa dalle parti di Gillet. Dopo tanto possesso palla i granata vanno in vantaggio nel finale di tempo grazie al sinistro a giro di un ottimo Cerci, galvanizzato dalla presenza in tribuna di Cesare Prandelli. Nella ripresa il copione non cambia, ma a un quarto d'ora dal termine Gillet stende Livaja: Denis, inesistente fino a quel momento, segna con qualche difficoltà dal dischetto. Ma non è finita: Birsa, entrato da poco, a tre minuti dalla fine manda in visibilio il pubblico dell'Olimpico di Torino, avvicinando ancor più i granata alla salvezza.

TORINO

Gillet 5 - In una partita da spettatore trova il tempo di uscire in modo sconsiderato su Livaja, mandando in fumo i sogni di gloria granata e, soprattutto, togliendo due punti in classifica al Toro, più che meritati oggi.

Darmian 6,5 - Appoggia costantemente le azioni di Cerci con intelligenti sovrapposizioni, rimanendo comunque attento in fase difensiva.

Glik 6 - Partita trascorsa in relativa tranquillità: Denis è un ectoplasma e ha l'occasione di affiancare Ogbonna nell'impostare il gioco.

Ogbonna 6,5 - Torna da vero leader, forse esaltato dalla presenza in tribuna di alcuni osservatori del Liverpool: stando alla sua prestazione odierna, sarà davvero difficile non vederlo in Premier nella prossima stagione.

Masiello 6 - Si vede soprattutto nella prima frazione di gioco con qualche discesa interessante. Nella ripresa cala, ma la sua gara rimane positiva.

Vives 6,5 - Ha il piede caldo oggi: smista palloni con rapidità e precisione, pescando con i tempi giusti gli avanti granata, come in occasione del tracciante per Cerci per l'1-0.

Gazzi 6 - Tanta legna in mezzo al campo che dà il consueto equilibrio a tutta la squadra di Ventura.

Cerci 7 - Un gol, ottime giocate e impegno che non si vedeva da tempo. Corre come un ossesso per novanta minuti, risultando determinante, finalmente. Una spina nel fianco della difesa nerazzurra per tutta la gara.

Bianchi 7 - Se avesse trovato il gol, avrebbe coronato una prestazione quasi perfetta. Lotta con anima e corpo, svaria e tiene palla, duetta con Barreto e in area di rigore è sempre uno spauracchio. Considerata l'incertezza delle ultime settimane relativa alla sua posizione all'interno della squadra, una grande prova. Dal 82' Meggiorini s.v

Barreto 6 - Troppe occasioni sbagliate ne pregiudicano la partita. Clamoroso il gol fallito nel primo tempo. Ma il suo è un match comunque positivo per i movimenti in sincronia con Bianchi e per i palloni che riesce a smistare nella trequarti avversaria. Dal 82 Jonhatas s.v

Stevanovic 5 - Evanescente per l'ora in cui rimane in campo. Si fa vedere poco dai compagni e non vince mai i confronti diretti con l'avversario Bellini. Dal 60' Birsa 6,5 - Entra con il piglio giusto e con determinazione, trovando nel finale il gol che manda in delirio il pubblico granata.

All. Ventura 6,5 - I suoi hanno una netta supremazia territoriale per quasi tutto l'arco del match, giocando in maniera sicura e a tratti piacevole. Nonostante sulla carta sia uno schieramento spregiudicato, quella granata è una squadra dotata di equilibro e solidità. La salvezza è molto vicina e i meriti del tecnico si vedono eccome.

ATALANTA

Consigli 6,5 - Il sinistro a giro di Cerci è imprendibile, ma per il resto, impegnato gran parte del match, toglie parecchie castagne dal fuoco.

Bellini 6 - Stevanovic decide di non dargli troppo fastidio. Rimane abbottonato sulla linea difensiva senza troppi patemi anche se è timido in appoggio. Dal 67' Scaloni 5,5 - Minuti tranquilli fino al gol di Birsa, dove non è perfetto in marcatura.

Stendardo 6 - Si disimpegna bene sul piano aereo e qualche ottimo intervento gli fa guadagnare la sufficienza.

Canini 5,5 - Interviene sempre in maniera troppo confusionaria e indecisa, senza sicurezza. Quando Bianchi e Barreto e ne accorgono, son dolori.

Del Grosso 5,5 - Gioca discretamente in entrambe le fasi, ma nel finale di tempo lascia un buco nella propria zona in maniera sciagurata. Cerci ringrazia e insacca.

Cazzola 5,5 - Poco pressing e altrettanta corsa, ciò che in fondo ci si attende da lui.

Radovanovic 5,5 - Poche volte riesce a tamponare le giocate di Vives, che di conseguenza ha libertà di lanciare in profondità Bianchi, Barreto e Cerci, come in occasione del gol. Dal 45' Livaja 6,5 - Si procura il rigore che riaccende le speranze degli ospiti e in generale gioca con volontà e determinazione, risultando il più attivo dei suoi.

Carmona 6 - E' colui che tiene in piedi la mediana nerazzurra in interdizione e in impostazione. Fa il suo, anche se l'assenza di Cigarini si avverte terribilmente.

Brienza 5,5 - Gioca quasi da terzino (senza brillare) e, pertanto, in avanti manca delle necessarie energie.

Moralez 5,5 - Inizia in maniera incoraggiante ma si spegne fin troppo in fretta dando alla propria prestazione un volto opaco che sicuramente non renderà soddisfatto Colantuono. Dal 81' Giorgi s.v

Denis 5- L'unica occasione in cui si avverte la sua presenza in campo è l'assurda protesta nei confronti di Bergonzi, con tanto di trattenuta e urla disperate. No comment. Poi arriva il rigore (che stava per sbagliare) che gli regala un mezzo voto in più. Ma la prestazione rimane comunque altamente negativa.

All. Colantuono 5,5 - Come da copione la sua squadra cerca di coprirsi in maniera compatta per poi tentare di pungere in contropiede, anche se il muro difensivo rischia di sfaldarsi troppo facilmente in più occasioni sotto i colpi di Cerci, Bianchi e Barreto. Un punto d'oro che comunque permette di avvicinare ancor più la salvezza, pur senza praticamente giocare.

Arbitro Bergonzi 5,5 - Partita che si infiamma solo nel finale dopo 70' soporiferi dal punto di vista degli episodi da moviola. Il rigore richiesto dall'Atalanta per presunto fallo di mano di Cerci su calcio di punizione di Denis sembra non esserci, in quanto il braccio dell'ex Fiorentina è attaccato al corpo e in ogni caso sembra involontario. Una protesta come quella di Denis è inaccettabile: trattenere per la maglia l'arbitro è minimo da giallo, ma Bergonzi guarda avanti e non punisce l'attaccante. Netto invece il penalty assegnato ai bergamaschi per il fallo di Gillet in uscita su Livaja.

 

TABELLINO

TORINO-ATALANTA 2-1
Torino (4-2-4): Gillet; Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello; Vives, Gazzi; Cerci, Bianchi (Dal 82' Meggiorini), Barreto (Dal 82' Jonhatas), Stevanovic (Dal 60' Birsa). All. Ventura.

Atalanta (4-3-2-1): Consigli; Bellini (Dal 67' Scaloni), Stendardo, Canini, Del Grosso; Cazzola, Radovanovic (dal 45' Livaja), Carmona; Moralez (Dal 81' Giorgi), Brienza; Denis. All. Colantuono.

Marcatori: 42' Cerci (TOR), 75' rig. Denis (ATA), 87' Birsa (TOR)

Ammoniti: 52' Carmona (ATA), 67' Del Grosso (ATA), 73' Cazzola (ATA), 74' Gillet (TOR)

Espulsi: -




Commenta con Facebook