• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > L'Editoriale di Sugoni - Il colpo di Balotelli. Le risposte di Inter, Napoli e Juve. Palermo e G

L'Editoriale di Sugoni - Il colpo di Balotelli. Le risposte di Inter, Napoli e Juve. Palermo e Genoa scatenate. Il bilancio di un grande mercato

Appuntamento speciale con il nostro esperto di mercato e giornalista di 'Sky Sport 24', che ha stilato le pagelle delle formazioni della Serie A al termine della sessione di gennaio


Talento croato (Getty Images)
Alessandro Sugoni

01/02/2013 11:06

EDITORIALE SUGONI SPECIALE CHIUSURA MERCATO GENNAIO / MILANO - Chiuso ufficialmente il mercato, è tempo di bilanci. Ecco le pagelle - squadra per squadra - del nostro esperto e giornalista di 'Sky Sport 24', Alessandro Sugoni.

ATALANTA - Via Peluso e Schelotto, dentro Del Grosso, Brienza e - operazione ritorni - Canini e Budan. Nuova la fascia destra (con Scaloni e Giorgi), nuovi rinforzi soprattutto davanti (oltre a Budan ecco anche Livaja). Movimento.

BOLOGNA - Alla fine Portanova se ne è andato ma agevolerà il riscatto della metà di Gilardino in estate (a un prezzo-affare). Non ha cambiato molto altro, puntava Viviano ma è rimasto a Firenze. Cercava un difensore ed ha puntato sul prestito del brasiliano Naldo. In avanti ecco il greco Christodoulopoulos e Moscardelli, che Pioli conosce bene. Previdente.

CAGLIARI - Nessuna operazione in uscita e per i tifosi è una buona notizia, viste le premesse: ricordate la conferenza stampa pre-natalizia di Marroccu, in cui si paventava il possibile sacrificio necessario di qualche big? Invece nulla, sono tutti rimasti, è arrivato Cabrera - inseguito dall'estate - e il Cagliari guarda avanti con fiducia. Conservatore.

CATANIA - Il vice Bergessio è arrivato (e a costo zero): Cani. Lodi, Almiron e gli altri sono rimasti. Resta da risolvere la situazione di Marchese (che non ha ancora rinnovato e a luglio può partire a costo zero). Per il resto, la forza della continuità.

CHIEVO - Dopo due anni di tira e molla, è arrivato l’addio di Sorrentino. Per sostituirlo c’è Ujkani. Poi, tanti colpi dell’ultimo minuto: Spyropoulos, Hauche e il ritorno a casa di Acerbi. Comunque in attivo.

GENOA - Il solito giro – quasi – incontrollato di giocatori. Molti i nuovi, nuovo anche l’allenatore. Il vero dubbio (e la vera sfida) è il solito: quanto tempo ci vorrà per l’integrazione? Scoppiettante.

FIORENTINA - Ha proseguito sulla strada dell’estate. Giocatori dal basso costo e – si augurano alla Fiorentina – dall’altissimo rendimento. Wolski è un giovane di cui si parla benissimo, Sissoko non ha bisogno di presentazioni, ma il vero colpo è stato Giuseppe Rossi. Se tornerà quello di prima dell’infortunio, sarà un vero crack. Sguardo al futuro.

INTER - Finale da fuochi d’artificio. Via Snejider e Coutinho, ha provato a portare subito a Milano Paulinho. Una volta capito che l’operazione sarebbe stata impossibile, ha reagito subito: chiusi in poche ore Schelotto e Kuzmanovic. Preso soprattutto il gioiellino Kovacic dalla Dinamo Zagabria per 11 milioni: lo paragonano a Modric e fa impazzire Stramaccioni. Reazione.

JUVENTUS - Un mercato fatto per tamponare le emergenze. Serviva qualcuno che potesse fare il centrale e giocare a sinistra (visto l’infortunio di Chiellini e la partenza di Asamoah per la coppa d’Africa) ed è arrivato Peluso. Serviva un attaccante ed è arrivato il low cost Anelka. Non sono riusciti i colpi last minute Icardi e Belfodil ed è stato prenotato Poli per l'estate. Pronto intervento.

LAZIO - Alla fine l’obiettivo di cedere Zarate (alla Dynamo Kiev) per una cifra alta non è stato centrato, ma in Ucraina il mercato è ancora aperto: in entrata l’esterno Pereirinha per prendere il posto di Scaloni e un clamoroso tentativo per il talento del Santos Felipe Anderson. Non è riuscito per poco, ma merita comunque un applauso. Il coraggio di provarci.

MILAN - La coppia Galliani-Raiola è una garanzia: il botto di fine mercato è ancora una volta loro. Balotelli, e non serve aggiungere altro. Punto più alto di un mercato che ha portato anche il riscatto di Constant, l'acquisto di Salamon e l’arrivo di Saponara per l’estate. Il Milan dei giovani.

NAPOLI - Rolando, quando non ci sperava più nessuno. Nazionale portoghese, difensore di grande affidabilità, che in estate costava 10 milioni e adesso è arrivato in prestito. Poi Calaiò e Armero per garantire alternative a Mazzarri. Botto di fine mercato.

PALERMO - La classifica è brutta? Bene, si cambia tutto: Sorrentino finalmente, poi Aronica, Dossena, Anselmo, Formica, Boselli, Sperdutti, Nelson, Faurlin, Fabbrini e probabilmente ci dimentichiamo qualcuno. Rivoluzione.

PARMA - Il colpo è stato dire no alle (tante) offerte per Amauri, Paletta e Belfodil. Lo scambio Zaccardo-Mesbah col Milan ha fatto parlare, Coda no, ma servirà per rinforzare la difesa. Le scelte più significative in prospettiva: bloccati Battaglia e Mastriani. Programmatori.

PESCARA - D’Agostino, e Rizzo per il centrocampo. Sculli, Caraglio e Sfrozini per l’attacco. Bianchi Arce e Zauri dietro. Basteranno per salvarsi? Incognita.

ROMA - Torosidis è un 'usato sicuro'. Stekelenburg è stato fatto tornare da Londra (dove era volato per fare le visite mediche con il Fulham) perché non è stato trovato un altro portiere. Per il resto, gennaio – più che sul mercato - è vissuto intorno a  Zeman: alla fine è rimasto, per ora. Altri pensieri.

SIENA - Agra, Emeragha, Calello, Terlizzi, Matheu, Pozzi, Della Rocca, Uvini, Teixeira. Alcune certezze, tanti giocatori tutti da scoprire. Dovranno farsi conoscere in fretta, per raggiungere la salvezza non c’è tempo da perdere. Speranza.

SAMPDORIA - Gianluca Sansone, inseguito a lungo, alla fine è arrivato e Pozzi se ne è andato. In più sono rimasti Icardi e Poli ed è stata rinforzata la fascia destra con Mati Rodriguez, che promette molto bene. Rinforzi che arrivano nel miglior momento stagionale della squadra. Risalita.

TORINO - Ha fatto poco, ma lo ha fatto bene. Ventura sognava da tempo Barreto, e finalmente lo ha avuto (lui ci ha messo due partite a far vedere quanto possa diventare importante per questa squadra). Il resto è il nodo Bianchi. Che quasi certamente se ne andrà a costo zero in estate. Circospezione.

UDINESE - La solita Udinese. Uscite ben calcolate (Coda, Armero e Barreto), tanti arrivi di giovani promettenti dal Sudamerica. L’attaccante colombiano Bryan Perea è stato girato al Watford. Il difensore brasiliano Naldo al Bologna. Il centrocampista uruguaiano Rodriguez rimarrà. Ne sentiremo parlare.

 




Commenta con Facebook