Breaking News
© Getty Images

Parma, Scala attacca la Figc: "A cosa serve se non sapeva cosa stava succedendo?"

L'ex tecnico del Parma: "Sono scandalizzato, tutto è stato affrontato con superficialità"

SCALA MANENTI PIZZAROTTI GHIRARDI / PARMA - Nevio Scala, allenatore del grande Parma nel corso degli anni '90, ha parlato questa mattina a 'Radio Anch'io lo Sport' del complicato momento che sta passando la società ducale. "Sono scandalizzato. La società è stata esclusa dalle competizioni europee, la situazione è stata affrontata con superficialità: tutto poteva essere risolto con molto anticipo. - le sue parole - Chiudiamo la stalla quando i buoi sono scappati. Se ci fosse la volontà si potrebbe arrivare a fino campionato. La storia è sempre fatta dagli uomini, chi guida una società di calcio è responsabile di tutto quello che succede. Il dio denaro ha cambiato tutto. Ci riempiamo la bocca con tante parole, ascolto con disgusto tutte le analisi che si fanno, bisogna tornare a fare le cose con semplicità senza pensare al business. Sono gli uomini, i giocatori, il motore del sistema e non i soldi. Ci sono gli organi competenti che dovrebbero controllare, come si fa a ridurre il calcio in queste condizioni? Come faceva la Figc a non sapere quello che stava succedendo? Sono disgustato".

M.D.F.

Notizie   Parma  
Parma, UFFICIALE: Pietro Leonardi si è dimesso
Parma, UFFICIALE: Pietro Leonardi si è dimesso
In un comunicato ha affermato di non essere più il direttore generale del club 'Ducale'
Notizie   Parma  
Parma, Lucarelli: "Tutti sapevano, bisognava scavare nei bilanci. A Genova a spese nostre"
Parma, Lucarelli: "Tutti sapevano, bisognava scavare nei bilanci. A Genova a spese nostre"
Il capitano gialloblu: "Manenti finora non ha rispettato le sue promesse. Coi i ducali anche in Serie D"
Notizie   Parma  
Parma, il Tar del Lazio si dichiara incompetente: pronto il ricorso al Consiglio di Stato
Parma, il Tar del Lazio si dichiara incompetente: pronto il ricorso al Consiglio di Stato
Prosegue la battaglia degli emiliani dopo la mancata concessione della Licenza Uefa