Breaking News
© Getty Images

Mondiale 2018, l'Europa valuta il boicottaggio ai danni della Russia

La rassegna iridata potrebbe essere assegnata a un altro paese

MONDIALE 2018 EUROPA VALUTA BOICOTTAGGIO RUSSIA / MILANO - I Mondiali 2018 potrebbero non essere disputati in Russia. Come sottolinea oggi in edicola 'La Gazzetta dello Sport', l'Europa sta valutando l'eventualità di boicottare la rassegna iridata, a meno che non venga affidata a un altro paese. Al centro del dibattito, ovviamente, i delicati rapporti tra Russia e Ucraina. Difficile, a causa dei tanti interessi in ballo, che riesca il ribaltone.

Nella strategia di Mosca, però, c'è un punto debole: la Federcalcio moscovita ha inglobato tre squadre della Crimea (Simferopoli, Sebastopoli e Zhemchuzhina Yalta) che fino alla scorsa primavera giocavano in Ucraina: mossa vietata dallo Statuto Fifa, che prevede la possibilità di cambiare campionato solo col consenso delle federazioni interessate e della confederazione di appartenenza. Inutile dire che Kiev si è opposta con fermezza.

S.D.