Breaking News
© Getty Images

Mercato Barcellona, presidente Santos: "Costretti a vendere Neymar"

Il numero uno del club brasiliano e' tornato a parlare della cessione dell'attaccante ai 'Blaugrana'

CALCIOMERCATO BARCELLONA SANTOS NEYMAR RODRIGUES FILHO / SAN PAOLO (Brasile) - Intervistato dal quotidiano 'Folha de Sao Paulo', il presidente ad interim del Santos, Odilio Rodrigues Filho, è tornato a parlare della cessione di Neymar e dell'impatto negativo che ha avuto la trattativa sulla squadra. "La sua cessione ha avuto un impatto negativo sul morale dei tifosi, sulla qualità del nostro calcio e sui futuri acquisti - ha spiegato il numero uno del club brasiliano - abbiamo trascorso due mesi cercando di rinnovare il suo contratto fino al 2016, ma suo papà ha ribadito l'intenzione di Neymar di lasciare il club. Ne abbiamo subito le conseguenze, ma in passato il Santos ha affrontato la perdita di Pele' e di altri idoli. Abbiamo avuto un termine tassativo di venderlo, imposto da suo padre, che è stato l'inizio della Confederations Cup. Se non fosse stato venduto, sarebbe rimasto al Santos per poi firmare un pre-contratto con un altro club a gennaio e non avremmo ottenuto nulla dalla sua cessione. Neymar ha attraversato un periodo difficile, i tifosi lo stavano fischiando e i risultati non erano buoni. Poi sono arrivate due proposte (Barcellona e Real Madrid, ndr) e abbiamo scelto l'opzione migliore per il Santos". 

 

Mercato   Juventus   Inter
Calciomercato Juventus, da Paredes a Di Maria: Paratici in azione
Calciomercato Juventus, da Paredes a Di Maria: Paratici in azione
Il ds dei bianconeri ha incontrato l'agente Pablo Sabbag
Mercato   Roma  
Calciomercato Roma, ESCLUSIVO giorni di attesa per Totti: il punto
Calciomercato Roma, ESCLUSIVO giorni di attesa per Totti: il punto
Il capitano giallorosso vorrebbe un ruolo più operativo per entrare a far parte della dirigenza
Mercato   Milan  
Calciomercato Milan, sprint Morata ma occhio a... De Gea
Calciomercato Milan, sprint Morata ma occhio a... De Gea
Mourinho non molla la presa e propone uno scambio al Real Madrid