Breaking News
© Getty Images

Calciomercato Monaco, ESCLUSIVO: intrigo Falcao, le ultimissime sul duello Real-City

Tancredi Palmeri, in esclusiva per Calciomercato.it, fa il punto sulla trattativa dell'estate

CALCIOMERCATO MONACO FALCAO REAL MADRID MANCHESTER CITY JUVENTUS / ROMA - L'affare Falcao si può già ritenere a buon diritto una delle telenovele più intricate della storia del calciomercato. E l'ultimo capitolo, prima del gran finale (forse) è la clamorosa offerta arrivata nel pomeriggio di domenica da parte del Manchester City: 40 milioni di € per la cessione definitiva. Un'offerta clamorosa che può portare a un ancora più clamoroso sviluppo, perché il Monaco sta tentando in tutti i modi di rompere l'accordo già trovato per il prestito del colombiano, come anticipato in esclusiva mondiale da Calciomercato.it giovedì scorso.

Le ultime 48 ore, dal giovedì notte al sabato notte, sono state talmente incredibili che l'unica maniera per riannodare il filo degli eventi senza rimanere intrappolati nel labirinto del calciomercato è la seguente timeline. Abbiamo lavorato senza sosta negli ultimi 2 giorni per ricostruire i movimenti, ed ecco, aggiornato a sabato a notte fonda, 'Lo Strano Caso di Radamel Falcao'. La fase finale (o quasi) comincia giovedì notte dal nostro scoop.

1. Giovedi notte, dopo una lunga serata di trattative al telefono con varie squadre, il Monaco e Mendes stringono l'accordo con il Real Madrid per Radamel Falcao, annunciato in anteprima un paio d'ore dopo da Calciomercato.it.

2. Venerdi mattina viene raggiunto l'accordo tra Monaco e Real Madrid. Giovedi avevamo detto che non si conoscevano i dettagli, ma le ultime voci davano 20 milioni di € per il prestito di un anno più un obbligo di riscatto più sostanzioso il secondo anno. ATTENZIONE: adesso siamo in grado di rivelarvi i dettagli dell'accordo: 10 milioni di € per il prestito di un anno, più un'opzione - NON un obbligo - di riscatto a 30 milioni di €. IMPORTANTE: non dimenticate il dettaglio appena elencato perché è la chiave della storia.

3. Di lì a poche ore, letteralmente pochissime ore, anche Falcao deve apporre la sua firma sull'accordo, che appare una formalità visto che la prima scelta per il colombiano è sempre stata il Real Madrid.

4. Nel frattempo, l'agente di Falcao riprende il suo giro di consultazioni della sera prima per informare le altre pretendenti che l'accordo si sta per chiudere in ogni suo aspetto.

5. Tre sono le squadre coinvolte. Due sono Arsenal e Juventus. Perché le accomuniamo? Perché entrambe quando sentono dell'accordo tentano di rilanciare con offerte sullo stipendio ma comunque sempre nell'ambito del prestito con l'opzione di riscatto.

6. L'entourage di Falcao respinge le offerte di Arsenal e Juventus.

7. La terza squadra richiamata è il Manchester City. Il City chiede a Mendes di temporeggiare un giorno perché sono intenzionati a fare un'offerta a titolo definitivo. 

8. Venerdi pomeriggio. Il Monaco convoca Falcao per la partita di campionato. La decisione sorprende il Real Madrid che capisce che qualcosa si sta muovendo e viene a sapere quello che ha comunicato il City.

9. Sabato ora di pranzo. Il Monaco esclude Falcao dai giocatori della distinta della partita, dichiarando il bluff. Intanto è passato il tempo necessario.

10. Sabato pomeriggio il Manchester City invia l'offerta. Sono 40 milioni di €, non a caso il totale della cifra che eventualmente il Real Madrid avrebbe pagato. Ma il City li offre tutti subito e senza ripensamenti, perché il trasferimento è a titolo definitivo.

11. Era l'offerta che voleva il Monaco, che ha necessità di rientrare semplicemente del maggior denaro possibile. C'è però un contratto firmato, dove però mancano ancora le firme di Falcao.

12. L'unica opzione è allora riuscire a convincere Falcao ad accettare il City, o meglio a rifiutare il Madrid.

13. Falcao ha sempre sognato il Real Madrid, ma alla sua età e con i suoi infortuni vuole anche un contratto a titolo definitivo che lo tuteli. Intanto, su 'Twitter', esplode il giallo del messaggio pubblicato sulla bacheca del giocatore ("Real Madrid, un sogno che diventa realtà") e poi cancellato e smentito.

14. Sabato notte. La decisione è incerta fino all'ultimo momento. Questa timeline si chiude alle 3.00 di notte, dopo ore di riunione tra Mendes, il City e il Monaco. L'ultima che vede l'agente e Radamel Falcao. Il giocatore chiude la nottata senza aver preso ancora una decisione.

15. Domenica, oggi. L'ultima parte che rimane da scrivere a Falcao. Sempre che non succeda un altro sconquasso in questa epopea di calciomercato da far impallidire Oronzo Canà.

Mercato   Juventus  
Calciomercato Juventus, Cuadrado si 'autoblinda'
Calciomercato Juventus, Cuadrado si 'autoblinda'
L'esterno colombiano ha rigettato tutti i rumors che lo riguardano: "Resto a Torino!"
Mercato   Juventus   Inter
Calciomercato Juventus, l'Inter ci prova per Douglas Costa
Calciomercato Juventus, l'Inter ci prova per Douglas Costa
Incontro in programma per l'attaccante del Bayern Monaco
Mercato   Juventus   Roma
Calciomercato: Inter, sogno Di Maria. Juve-Gomes, no. Manolas addio
Calciomercato: Inter, sogno Di Maria. Juve-Gomes, no. Manolas addio
Intanto la Roma sta definendo due cessioni: Salah è ormai del Liverpool, il difensore verso lo Zenit
Mercato   Juventus   Spagna
Calciomercato Juventus, Castro: "Porte aperte per N'Zonzi"
Calciomercato Juventus, Castro: "Porte aperte per N'Zonzi"
Il patron degli andalusi non ha sbarrato la strada per la cessione del granitico mediano
Mercato   Juventus  
Juventus, Marotta: "Dani Alves, che amarezza. Alex Sandro..."
Juventus, Marotta: "Dani Alves, che amarezza. Alex Sandro..."
L'amministratore delegato bianconero parla anche di quanto accaduto a Cardiff
Mercato   Juventus   Spagna
Calciomercato, ESCLUSIVO: Juventus-Vidal, la situazione
Calciomercato, ESCLUSIVO: Juventus-Vidal, la situazione
L'esterno del Barcellona accostato al club bianconero
Mercato   Juventus   Spagna
Calciomercato Juventus, assalto Real Madrid a Bonucci
Calciomercato Juventus, assalto Real Madrid a Bonucci
Il difensore è l'obiettivo dei 'Blancos' per il 'dopo Pepe'