• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, retroscena Mancini: i motivi della separazione

Calciomercato Inter, retroscena Mancini: i motivi della separazione

Il tecnico jesino ha rifiutato il prolungamento con la società nerazzurra per le troppe clausole


Roberto Mancini © Calciomercato.it
Eleonora Trotta (@eleonora_trotta)

08/08/2016 11:00

CALCIOMERCATO INTER MANCINI / MILANO - Non è finita...Tra Mancini e il gruppo Suning non è mai iniziata. L'addio del tecnico jesino arriva dopo una serie di frizioni, incomprensioni, forti tensioni sul mercato e spaccatura sulla strategia del club impostata sui giovani rinforzi. La rottura definitiva è arrivata sabato notte: l'Inter offre la rescissione al tecnico e lui risponde con un rinnovo, senza però clausole. Nei giorni scorsi in un incontro tra le parti la dirigenza asiatica aveva infatti proposto a Mancini, in scadenza 2017, un prolungamento con diverse postille e vincoli. Una proposta che aveva ulteriormente irrigidito l'allenatore, già preoccupato dalle programmate cessioni illustri del club. 

THOHIR DECISIVO
A voler l'addio di Mancini è stato in prima persona Thohir. Il patron asiatico ha fatto pressioni sul gruppo Suning affinché l'avventura con lo jesino finisse ed iniziasse quella con de Boer, da tempo nella lista dell'indonesiano e già incontrato dal ds Ausilio. Tuttavia, lo stesso dirigente calabrese aveva provato a far tornare (inutilmente) sui suoi passi Thohir per continuare l'avventura con il Mancio. Da non trascuare anche i pessimi rapporti tra il tecnico jesino e Kia Joorabchian rilasenti al periodo del City. Il noto procuratore, che ha molta influenza sul mercato dell'Inter, si era spesso scontrato con Mancini quando gestiva la procura di Tevez. La rescissione è arrivata ieri notte, intorno a mezzanotte: l'era de Boer è già partita.




Commenta con Facebook