• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Torino-Napoli, Sarri: "Secondo posto? Non è facile". E sul futuro...

Torino-Napoli, Sarri: "Secondo posto? Non è facile". E sul futuro...

Il tecnico partenopeo ha parlato al termine del match


Maurizio Sarri © Getty Images
Andrea Corti (@cortionline)

08/05/2016 23:21

TORINO NAPOLI SARRI / TORINO - Nel post partita di Torino-Napoli il tecnico partenopeo Sarri ha parlato a 'Sky Sport': "Penso che stiamo facendo un campionato straordinario. Abbiamo fatto record del Napoli per punti e vittorie. Apparentemente è semplice l'obiettivo secondo posto, ma non lo è. Speriamo di trasformare questo campionato in straordinario. Dopo il gol di Peres la squadra ha un po' sofferto, ma ha tenuto bene in mano caratterialmente la partita".

FUTURO - "E' un primo passo in avanti in una crescita di mentalità che questa squadra deve avere. Siamo primi in tutte le classifiche, dobbiamo essere bravi a trasformare tutto questo in punti".

INSIGNE - "Ha fatto un buon primo tempo. Gli ho detto di aprirsi per favorire gli inserimenti di Hamsik. Ha fatto un'ottima stagione, ha avuto un calo per un mese e ora è in crescita. Ha ancora margini".

CRESCITA - "Siamo ancora in una fase di crescita". 

CHAMPIONS LEAGUE - "Ho fatto una fatica enorme per arrivare in Serie A, non voglio perdere la Champions perché ci penso una settimana prima. Non mi perdonerei una caz...a ora".

CONTRATTO - "Sanno tutti che dobbiamo rivederci col presidente. Ci rivedremo il giorno dopo la fine del campionato".

Sarri poi ha parlato anche a 'Premium Sport': "Richieste specifiche sul mercato? Non ho mai chiesto giocatori, se me li danno li prendo se no lavoro su quelli che ho. Mi stanno sulle scatole gli allenatori che chiedono i giocatori, a chiedere sono buoni tutti, noi dobbiamo fare un altro lavoro. Il direttore sa quali giocatori si possono abituare bene con me ma io ho la follia di pensare che questa squadra sia forte. Il giocatore che è cresciuto più di tutti? Forse, rispetto all’anno scorso quello che è migliorato di più rispetto all’anno scorso è Koulibaly. Ma comunque Allan e Jorginho sono cresciuti molto, Hamsik è tornato sui suoi livelli, Callejon è straordinario, 'Pipita' ha fatto un campionato stratosferico. Sarebbe riduttivo dire solo un nome".




Commenta con Facebook