• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Bayer Leverkusen-Roma, Juan: "Occhio alla BayArena. Scudetto giallorosso, a patto che..."

Bayer Leverkusen-Roma, Juan: "Occhio alla BayArena. Scudetto giallorosso, a patto che..."

Il doppio ex della sfida di Champions ha analizzato il match a poche ore dal fischio d'inizio


Juan con la maglia della Roma (Getty Images)

20/10/2015 08:24

CHAMPIONS LEAGUE BAYER LEVERKUSEN-ROMA INTERVISTA A JUAN / LEVERKUSEN (Germania) - Nel giorno della sfida di Champions League Bayer Leverkusen-Roma, l'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' propone un'intervista al brasiliano doppio ex Juan sulle ultime news Roma e non solo. Calciomercato.it ve ne propone alcuni estratti.

I SUOI RICORDI A LEVERKUSEN E ROMA - "A Leverkusen ho vissuto solo per il calcio, a Roma sono riuscito a combinarlo con la vita. Ero anche più maturo ed ho vissuto meglio. Per quanto riguarda la mia esperienza in Germania non ho rimpianti: la società stava cambiando ma abbiamo centrato quasi sempre la qualificazione in Europa. Forse dovevo andare via prima, non si poteva vincere. A Roma quello scudetto perso in casa con la Sampdoria ancora non mi va giù".

CONFRONTO TRA BUNDESLIGA E SERIE A - "In Germania il calcio è più bello, più divertente. In Italia c'è una pressione esterna fortissima che a Leverkusen non ho trovato. L’Italia ha tutto per svettare, ma per raggiungere i tedeschi vanno rifatti gli stadi, bruttissimi. La BayArena può decidere questa sfida, l'ambiente a Leverkusen condiziona anche se i tedeschi danno sempre il massimo, stadio pieno o vuoto. E' il pericolo più grande per la Roma".

IL PRECEDENTE DEL 2004 (BAYER-ROMA 3-1) - "Era una gara decisiva per il passaggio del turno, quasi come stavolta. Dominammo, ma per primo segnò Totti Francesco ancora oggi è un fuoriclasse. E un uomo stupendo".

PJANIC - "Lo considero super fin da quando è arrivato in Italia, sa fare tutto ed ha un potenziale altissimo. Se può essere l'erede di Totti? Totti a Roma non può avere eredi. Mire vada avanti per la sua strada, non deve neanche pensarci".

SFIDA TRA DZEKO E KIESSLING - "Tra i due Edin è più affascinante, il centravanti che la Roma cercava da anni. Ma occhio a Stefan: fa gol impossibili".

LA ROMA E LO SCUDETTO - "Vincerà la Roma, non vedo una squadra più forte in Italia. A patto, però, di non perdere punti con le piccole. Io ho solo sfiorato due scudetti proprio per questo".

 

S.D.




Commenta con Facebook