• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Inter, Toulalan: dalla Francia un leader per Mancini

TATTICA DEL MERCATO - Inter, Toulalan: dalla Francia un leader per Mancini

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul centrocampista del Monaco


Jeremy Toulalan (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

04/03/2015 18:30

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO INTER MONACO TOULALAN MANCINI / ROMA - L'Inter di Roberto Mancini è costantemente sospesa tra i risultati sportivi ed il calciomercato che sarà essenziale per riportare la squadra nerazzurra a livelli più alti. Mancini, infatti, da solo non basta e senza giocatori di qualità non sta riuscendo ad avere la continuità che potrebbe portare ad un piazzamento europeo. Uno dei nomi più caldi del calciomercato Inter è quello di Jeremy Toulalan, esperto mediano del Monaco. L'ex Lione rappresentarebbe un'operazione vantaggiosa sia in termini economici che di qualità e idee nel reparto nevralgico del campo. In scadenza di contratto, Toulalan per 'La Gazzetta dello Sport' era atteso a Milano: conosciamo meglio il giocatore attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.

 

BIOGRAFIA DI TOULALAN, OBIETTIVO DELL'INTER PER IL CENTROCAMPO

Jeremy Toulalan nasce a Nantes, in Francia, il 10 settembre 1983. Cresce nel settore giovanile della squadra della sua città che è anche una delle più titolate a livello nazionale. Esordisce in Ligue 1 nella stagione 2001/2002 e rimane in gialloverde fino al 2006 imponendosi come uno dei punti di forza della squadra. In quell'estate viene acquistato dal Lione di Gerard Houllier. Nella nuova società diventa subito un giocatore fondamentale per carisma e qualità di campo. Rimarrà allo 'Stade de Gerland' fino al 2011 vincendo 2 campionati, 2 supercoppe, una Coppa di Francia e contribuendo in maniera significativa all'affermazione del Lione anche in ambito europeo. Nel 2011 si trasferisce al Malaga di Manuel Pellegrini che lo vuole per dare esperienza ad una squadra che vive due ottime stagioni ma che poi ricade nell'anonimato. Toulalan torna così in Ligue 1 per rinforzare il Monaco neopromosso diventandone il faro del centrocampo ed uno dei punti di riferimento a livello tecnico e nello spogliatoio.

Toulalan ha esordito con la maglia della Francia nel 2006 sotto la gestione tecnica di Raymond Domenech. Ha preso parte all'Europeo del 2008 e al controverso Mondiale del 2010 dopo il quale ha detto addio alla maglia 'Bleus' con cui ha giocato 37 partite senza mai segnare.

 

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI TOULALAN


Alto 1,83 per 77 kg, destro naturale, Toulalan è un centrocampista prezioso, di grande esperienza e con uno spiccato senso della leadership. Il suo ruolo naturale è quello di mediano davanti alla difesa, un vero e proprio frangiflutti (il ruolo che ora, per intenderci, occupa Medel). Può giocare in qualsiasi sistema di gioco: in una linea a quattro, vertice basso di un rombo oppure insieme ad un altro centrale in un 4-2-3-1. Sa interpretare il ruolo in maniera intelligente. Bravissimo a leggere l'azione e ad anticipare l'avversario, non è un fulmine ma grazie all'intelligenza sa sempre cosa fare quando ha il pallone tra i piedi e sa come occupare il campo. Giocatore poco appariscente e molto solido: è esperto e carismatico. Non va quasi mai alla conclusione (pochissimi i gol in carriera) ma si carica la squadra sulle spalle e aiuta i colleghi più giovani. Può anche ricoprire la posizione di mezz'ala, mantenendo però i compiti prettamente difensivi. 


TOULALAN E' UN GIOCATORE ADATTO ALL'INTER? 

Nella difficile strada verso la rinascita, l'Inter avrà bisogno anche di giocatori come Jeremy Toulalan. Il francese può essere un'occasione a livello economico (è in scadenza di contratto ed il fair play finanziario incombe) che tecnico. Nel modulo di Roberto Mancini infatti potrebbe prendere il posto del cileno Gary Medel, interpretando il ruolo di mediano con maggiore qualità ed esperienza, dato che gioca ad altissimi livelli da quasi dieci anni. La sua presenza potrebbe favorire la maturazione tattica di alcuni elementi come Kovacic, Brozovic e gli altri giovani di qualità in maglia nerazzurra a cui manca una figura di riferimento in campo dopo l' 'esodo' dei senatori che avevano vinto il Triplete.

 




Commenta con Facebook