• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Europa o esonero: ultimatum a Inzaghi. E Conte...

Milan, Europa o esonero: ultimatum a Inzaghi. E Conte...

Berlusconi chiede maturità all'allenatore rossonero. Situazione difficile tra il ct e la Figc


Filippo Inzaghi (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

04/02/2015 08:00

CALCIOMERCATO MILAN ULTIMATUM INZAGHI CONTE PRANDELLI SPALLETTI / MILANO - "Sapete che il calcio è fatto da cicli. Noi nutriamo la speranza che Inzaghi possa maturare". Con queste parole, il patron del Milan Silvio Berlusconi ha provato a tranquillizzare i tifosi sull'attuale situazione in cui versa il club rossonero.

La "speranza", però, è diventata ben presto un ultimatum: secondo l'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport', in caso di mancata qualificazione in Europa per il prossimo anno, in estate l'attuale allenatore sarà allontanato.

'Tuttosport' pensa già al calciomercato Milan estivo e si sbilancia sul nome del successore: sono in rialzo le quotazioni di Antonio Conte, già corteggiato dal Milan la scorsa primavera. Il rapporto tra il commissario tecnico e la Figc sta attraversando un momento difficile, dopo la querelle con la Juventus e la decisione del ct di rinunciare al tanto desiderato stage della Nazionale. In caso di divorzio, però, il Milan dovrà fare attenzione alla forte concorrenza del Paris Saint-Germain (Conte è nella lista dei papabili successori di Blanc, assieme a Leonardo e Mancini).

Le altre alternative per la panchina rossonera portano i nomi di Prandelli, Donadoni, Spalletti (che si libererà a giugno dallo Zenit) e Montella (molto stimato da Berlusconi per la sua capacità di costruire in poco tempo squadre in grado di giocare un bel calcio).

Al termine di Milan-Parma della scorsa domenica, Filippo Inzaghi ha parlato così del suo presente e del suo futuro: "Non ho mai avuto dubbi, so di avere la stima dell'ambiente, mi vogliono tutti bene. Sapevo di non poter cambiare tutto in pochi mesi, cercherò di riportare il Milan ad altissimi livelli. Ringrazio la società, soprattutto il presidente, perchè mi ha accontantato sul calciomercato, prendendo giocatori giovani che hanno voglia. Se vado bene, bene. Sennò... Mi piace fare l'allenatore, voglio continuare a fare questo lavoro".




Commenta con Facebook