• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Shevchenko promuove Inzaghi e difende Seedorf

Milan, Shevchenko promuove Inzaghi e difende Seedorf

L'ex centravanti ucraino su Balotelli: "Merita un'altra chance e il Liverpool gliela darà"


Andriy Shevchenko (Getty Images)

02/09/2014 09:02

MILAN ALLEGRI CONTE INZAGHI BALOTELLI / MILANO - Andriy Shevchenko guarda con fiducia al nuovo Milan targato Pippo Inzaghi. L'ex campione ucraino ne ha parlato sulle colonne de 'La Gazzetta dello Sport'. "Gli auguro di arrivare in fondo alla stagione nel migliore dei modi. - le parole di Sheva - Ha iniziato bene e a 'San Siro' ho sentito entusiasmo. Pippo da giocatore ha avuto tutto, ha la conoscenza per guidare una squadra. Poi vincere o perdere è una questione che dipende da tante altre cose, ma spero faccia una splendida carriera anche in panchina. Il calcio italiano ha perso qualità, perché non ha più le risorse per comprare i campioni nel loro momento di splendore. Quando sono arrivato io era diverso".

SEEDORF - "Ha messo insieme tanti punti nel girone di ritorno. E la situazione non era facile. Clarence si è preso dei rischi, come è giusto in una nuova professione: ora è un passo avanti, ha fatto esperienze che non si possono fare allenando i ragazzini. Le sconfitte sono parte di qualsiasi mestiere e vanno messe in conto, ma non parlerei di fallimenti".

ALLEGRI - "Conte ha portato la Juventus a un livello più alto dopo tanti guai, ma ora la storia è finita e ne comincia un'altra. Ho visto lavorare Allegri e mi piace molto. Credo abbia le spalle larghe e possa sopportare tutta questa pressione. Anzi, non credo la senta neppure: se fosse oppresso, non avrebbe neppure accettato il lavoro. Allegri ha vinto uno scudetto, ne ha perso un altro un po' così, ha le carte in regola per guidare un altro grande club dopo il Milan".

BALOTELLI - "Se lui non era felice e il Milan neppure, è stato giusto separarsi. Ma ho visto Mario due anni fa all'Europeo in Ucraina e Polonia: è stato un giocatore fantastico e mi rifiuto di credere che si sia perso per strada. Balotelli merita un'altra chance e il Liverpool gliela darà. Sta a lui superare le difficoltà e riprendersi in mano il destino".

 

M.D.F.




Commenta con Facebook