• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli-Porto, Benitez: "Obiettivo primario e' il secondo posto"

Napoli-Porto, Benitez: "Obiettivo primario e' il secondo posto"

L'allenatore spagnolo incontra i giornalisti alla vigilia della sfida di Europa League


Rafa Benitez (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

19/03/2014 13:20

NAPOLI PORTO CONFERENZA STAMPA BENITEZ / NAPOLI - Rafa Benitez, allenatore del Napoli, ha incontrato i giornalisti in sala stampa alla vigilia del ritorno di Europa League contro il Porto.

LA PARTITA - "Ho fiducia in noi stessi, in quello che possiamo fare. Il 'San Paolo' può essere determinante, mi attendo una buona partita. Dovremo giocare senza fretta e senza pausa. Loro hanno tanta qualità e dovremo essere preparati a ogni eventualità".

OBIETTIVO - "L'obiettivo principale è il secondo posto in classifica, ma oggi la partita più importante è quella contro il Porto. Andare avanti in Europa aiuterebbe la crescita del club. Ora puntiamo a vincere tutte le partite da qui alla fine".

TORINO - "L'attacco continuo degli ultimi minuti è stato un assedio. Contro il Porto dovremo dimostrare questo stesso carattere".

ASSENZE - "Gli infortuni non aiutano, ma abbiamo una rosa all'altezza e tante soluzioni a destra".

TIFOSI - "Sia in Europa League quest'anno che magari in Champions League il prossimo anno mi aspetto che i tifosi aiutino la squadra rispettando le regole. E' molto importante giocare davanti a 55-60mila tifosi".

EQUILIBRIO - "Il nostro obiettivo è migliorare la fase difensiva mantenendo inalterato il potenziale offensivo. Domani dovremo segnare contro una squadra molto forte, tra le più forti d'Europa".

HIGUAIN - "Se un attaccante fa gol ha più energia ed è contento. Lui lo è molto in questo momento. Chi giocherà dietro di lui? Hamsik o Mertens, tutti possono fare il ruolo di esterno o dietro la punta".

CALCIO ITALIANO - "Il calcio europeo è un calcio d'attacco, d'intensità ed energia. Quello italiano pensa ancora molto innanzitutto a non subire gol. Serve un cambio di mentalità. Qui tutti dicono di giocare con la difesa a tre, ma sono in undici dietro al pallone".

 

Prima del tecnico spagnolo, è intervenuto in conferenza stampa Valon Behrami. Clicca qui per leggere le sue dichiarazioni.

 




Commenta con Facebook