• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Gervinho: "Qui mi sento a casa. Curve chiuse? Ci mancano i nostri tifosi"

Roma, Gervinho: "Qui mi sento a casa. Curve chiuse? Ci mancano i nostri tifosi"

L'attaccante ivoriano 'chiama' Drogba: 'Che tridente con me e Totti!'


Gervinho (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

22/02/2014 11:03

ROMA GERVINHO INTERVISTA DROGBA TOTTI GARCIA / ROMA - Gervinho, attaccante della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni in un'intervista pubblicata sul 'Corriere della Sera'.

TRIDENTE TOTTI-GERVINHO-DROGBA - "Wow! Da sogno. Ci divertiremmo tantissimo a giocare insieme. Sono due campioni, forse gli attaccanti migliori in circolazione. Totti nella Roma e Drogba con la Costa d'Avorio: scelgo bene i miei compagni. Magari, un giorno, li riunisco per una partita di beneficenza".

 

CURVE CHIUSE - "Non avevo seguito la vicenda da subito. Non sapevo bene cosa fossero questi cori di discriminazione territoriale e ho chiesto spiegazioni. Le rivalità tra città, magari, esistono da anni, però il calcio deve dare gioia. Per me è un'emozione vedere le bandiere, sentire i cori. Vorrei rivolgere un messaggio ai tifosi della Roma: abbiamo bisogno di voi, sentiamo la vostra mancanza, siete preziosi per noi in ogni partita".

BILANCIO CARRIERA - "Ogni esperienza è stata positiva, ho apprezzato culture diverse. Sono stato bene dappertutto, ma a Roma più che altrove mi sento a casa. Sono stato adottato dal club, dallo staff e dai tifosi. Sin dal primo giorno ho avvertito questa atmosfera".

GARCIA - "L'ho trovato ancora cresciuto. La vittoria dello scudetto a Lille lo ha fatto diventare più ambizioso. Conoscevo le sue qualità, sapevo che voleva un grande club europeo e speravo che ci arrivasse. Qui a Roma lo ha trovato. Sa di dover ottenere risultati subito e chiede a tutti la massima serietà nel lavoro".

STILE DI GIOCO - "Ho uno stile particolare, speciale. Garcia me lo ripete spesso e lui conosce le mie qualità meglio di chiunque altro. Ci sono tantissimi giocatori con ottime qualità, ma è importante trovare un allenatore che sappia sfruttarle al massimo. Rudi, con me, è stato molto bravo in questo. Sa fare il bene della squadra e, nello stesso tempo, mi lascia libero".

RIVALITA' CON LAZIO E JUVE - "La vittoria con la Lazio, nel girone di andata, è stata fondamentale perché dovevamo cancellare la delusione della Coppa Italia. Quella contro la Juve ci ha dato soddisfazione, perché venivamo da una sconfitta importante a Torino, in campionato, e volevamo dare anche noi una delusione a loro. Sono state gioie diverse: quella con la Lazio più per i tifosi, quella con la Juve più per noi".




Commenta con Facebook