• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Stefano Bizzotto su Italia-Bulgaria e Cesare Prandelli

Stefano Bizzotto su Italia-Bulgaria e Cesare Prandelli

Il giornalista Rai, telecronista della Nazionale, intervistato in esclusiva da Calciomercato.it


Italia al lavoro (Getty Images)
Alessio Lento (Getty Images)

06/09/2013 12:01

ITALIA-BULGARIA ESCLUSIVO BIZZOTTO PRANDELLI / PALERMO - Appuntamento importante quello in programma stasera allo stadio 'Barbera' per l'Italia di Cesare Prandelli, impegnata contro la Bulgaria di Penev. "E' una partita non facile, già all'andata ci hanno messo in grossa difficoltà - le parole di Stefano Bizzotto, commentatore ufficiale per la Rai della Nazionale, in esclusiva a Calciomercato.it - Così come a Sofia mancherà Balotelli ma anche Osvaldo che tolse le castagne dal fuoco realizzando la doppietta che consentì alla Nazionale di impattare sul 2-2 finale. Poi, a settembre la nostra Nazionale ha sempre sofferto, dunque bisognerà fare davvero molta attenzione per portare a casa un risultato positivo".

FORMAZIONE - Quasi obbligati gli undici che Prandelli dovrà mandare in campo: "Le indicazioni della vigilia dicono che Candreva e Giaccherini dovrebbero agire alle spalle dell'unica punta Gilardino - spiega Bizzotto - con Insigne pronto a subentrare ad uno dei due trequartisti e Gabbiadini alternativa al bomber del Genoa. Questo è quello che in questo momento dice il nostro campionato".

PRANDELLI - Impossibile non parlare della questione Prandelli. Il commissario tecnico sembra pronto a lasciare la Nazionale dopo il Mondiale brasiliano: "E' un non problema visto che da tempo si ipotizza che dopo il Mondiale Prandelli possa lasciare la Nazionale - il parere di Bizzotto a Calciomercato.it - Non ci vedo nulla di strano, quattro anni non sono pochi, con la soddisfazione di aver guidato l'Italia all'Europeo, alla Confederations Cup e al Mondiale. A differenza del passato, adesso i CT arrivano dai club e non da un percorso fatto all'interno della Federazione, come successo con Valcareggi, Vicini o Bearzot. E poi Prandelli ha voglia di tornare ad allenare un club così da poter aver giornalmente il contatto con il campo. Dunque, mi sembra una scelta, se così dovesse essere, in linea con i tempi"

SOSTITUTI - "Siamo davvero troppo lontani e poi fin quando non ci sarà l'ufficialità dell'addio di Prandelli potrebbe succedere di tutto, anche che l'attuale tecnico rinnovi. In ogni caso, se dovesse lasciare, credo che per Zaccheroni possa essere l'ultima chiamata per guidare la Nazionale, anche per una questione d'età. Avrebbe dalla sua anche il fatto di aver già fatto il Selezionatore - continua Bizzotto a Calciomercato.it - piccoli indizi che potrebbe far pensare a lui come candidato numero uno. Ma si tratta di parole scritte sulle sabbie. Gli altri nomi che circolano, Allegri, Mancini, Cannavaro e altri, potrebbero anche saltare un giro e ritornare in auge tra quattro o cinque anni".




Commenta con Facebook