• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Repubblica Ceca-Italia, Balotelli: "Non voglio piu' parlare di razzismo. Allegri e Berlusco

Repubblica Ceca-Italia, Balotelli: "Non voglio piu' parlare di razzismo. Allegri e Berlusconi..."

L'attaccante rossonero si e' presentato in conferenza stampa


Balotelli-El Shaarawy (Getty Images)

06/06/2013 20:14

REPUBBLICA CECA ITALIA BALOTELLI/ PRAGA (Repubblica Ceca) - Non solo Cesare Prandelli. Nella conferenza stampa della vigilia del match di qualificazione ai Mondiali contro la Repubblica Ceca, insieme al ct della Nazionale ha parlato anche Mario Balotelli. L'attaccante del Milan è ritornato sull'argomento razzismo, che tanto sta facendo discutere in questo periodo: "Di questo preferisco non parlare: dico solo basta razzismo. L'idea di abbracciarmi,  espressa da Prandelli,  se dovessi uscire per cori è carina, originale: ma conoscendomi, non sarebbe facile..."

BERLUSCONI-ALLEGRI - "La cosa importante è che ci siano buoni rapporti tra compagni, e tra giocatore e allenatore. E sono contento che Allegri sia rimasto. Sto bene sia nel gruppo del Milan che in quello della Nazionale".

LEADER - "Sto bene, fisicamente sono a posto. Niente mal di schiena. Rispetto a quando sono arrivato qui qualcosa ho dimostrato, ma devo continuare a farlo"

TWITTER - "Fino allo scorso anno non avevo Twitter, ma siccome c’erano tanti che si spacciavano per me, allora ho deciso di creare un account. Bolt? Come atleta è il mio preferito, una forza della natura. E il suo agente ha chiarito le sue frasi. Bolt aveva detto che gli sarei antipatico se segnassi al Manchester United, quello che è "uscito", che per lui sarei antipatico, è al solito colpa di un giornalista".

EL SHAARAWY - Io lo vedo bene, mi ha dato una gran mano per fare gol in rossonero. Se mi chiede di battere un rigore, siccome in porta c’è un pararigori come Cech, allora sì che lo faccio battere a lui (ride, ndr)".

M.S




Commenta con Facebook