Breaking News
© Getty Images

Spagna-Italia, Prandelli: "Condizione fisica imbarazzante. Bene Marotta nel chiudere le polemiche"

Il Commissario tecnico ha commentato la sconfitta nell'amichevole al 'Vicente Calderon'

SPAGNA ITALIA PRANDELLI / MADRID (Spagna) – Cesare Prandelli ha commentato la sconfitta di misura contro la Spagna: "In questo momento abbiamo una condizione fisica imbarazzante rispetto alla Spagna. Dobbiamo lavorare molto, per giocare a ritmi alti serve tanta corsa. Stasera dovevo valutare alcune situazioni, il centrocampo per noi è sempre un punto di riferimento – le parole del tecnico alla 'Rai' - Differenza con la Spagna? Non si può dare un giudizio adesso, loro fisicamente stanno meglio. Paletta ha fatto un grandissimo esordio, a tratti ha giocato bene anche Cerci mentre Immobile meritava la convocazione. Marotta ha chiuso le polemiche? Ha fatto bene, io non avrei mai riaperto il caso".

In conferenza stampa Prandelli ha aggiunto: "Non giocavamo da novembre e fisicamente non eravamo in condizione di pressare alti e ripartire. Balza all'occhio proprio la condizione fisica, che stasera ha fatto la differenza. Sapremo dove lavorare, e dovremo lavorare parecchio. La Spagna è molto più forte di noi, ma in ogni gara abbiamo avuto tempo per prepararla nei dettagli e stavamo bene fisicamente, giocando bene. L'esordio di Paletta dimostra che abbiamo fatto la scelta giusta nel convocarlo. L'esclusione di Verratti? Ho fatto giocare Pirlo nella ripresa e c'era anche Thiago Motta, non potevo avere troppi centrocampisti simili. Verratti assomiglia a Pirlo e avevo bisogno di gente offensiva, che 'strappasse' la partita e andasse in attacco".

Italia  
Italia, Balotelli presto di nuovo in azzurro?
Il ct Ventura e Oriali sugli spalti per Nizza-Psg
Italia   Roma  
Italia, i convocati di Ventura: presente anche Emerson Palmieri
Il ct ha chiamato per il raduno di Coverciano i giocatori emergenti del momento
Italia   Genoa  
Genoa, Izzo sulla possibile pesantissima squalifica: "Sto vivendo un incubo"
Il 25enne difensore napoletano rischia 6 anni di squalifica più la preclusione e un'ammenda di 20 mila euro.