Breaking News
  • Calciomercato Napoli: Hamsik in Cina, l'ostacolo è la luxury tax. Le ultime di CM.IT
    © Getty Images
Esclusivo

Calciomercato Napoli: Hamsik in Cina, l'ostacolo è la luxury tax. Le ultime di CM.IT

Il Dalian Yifang ha modificato la formula dell'affare, questa strategia ha fatto infuriare De Laurentiis. Ma la trattativa continua

CALCIOMERCATO HAMSIK CINA DALIAN DE LAURENTIIS  / La valigia era già pronta, nei suoi programmi la prima destinazione era Madrid per le visite mediche, poi la partenza verso la Slovacchia, dove rimarrà la sua famiglia, e infine l'avventura in Cina. Al Dalian Yifang che ha chiuso il campionato all'undicesimo posto e con la permanenza di Carrasco e l'acquisto di Hamsik vorrebbe puntare all'accesso alla Champions League nella Chinese Super League 2019, che inizierà il prossimo 1 marzo. Ieri il clamoroso colpo di scena, quando sembrava tutto fatto e l'accordo si stava estendendo ad un'amichevole in estate al 'San Paolo' e alcuni interessi cinematografici. Il Napoli ha annunciato il blocco dell'affare: "Le modalità di pagamento non collimano con gli accordi precedentemente raggiunti"recitava il comunicato pubblicato dal Napoli sui canali ufficiali. De Laurentiis aveva intuito le difficoltà dell'affare già nei giorni scorsi, lunedì alla conferenza stampa di presentazione del ritiro di Dimaro ha dichiarato: "Il problema è se i cinesi vogliono fare i napoletani, pagare moneta vedere cammello". CLICCA QUI per tutte gli aggiornamenti in tempo reale.

Calciomercato Napoli, affare Hamsik-Dalian Yifang: ecco cosa è cambiato

Il Dalian Yifang, che ha provato a tentare anche Mandzukic, Belotti e Immobile, ha cambiato le carte in tavola: l'intesa era stata raggiunta sulla base di una cessione a titolo definitivo per 18 milioni più 2 di bonus e, invece, terminato il capodanno cinese che ha rallentato l'affare, ha proposto un prestito oneroso di 5 milioni con obbligo di riscatto fissato a 15.

De Laurentiis si è infuriato, la trattativa si è bloccata e il Napoli ha dato l'annuncio sperando anche di smuovere le acque, far capire al Dalian Yifang che Hamsik può partire solo a determinate condizioni.Juraj Venglos, agente di Hamsik, è al lavoro per mediare tra le parti e ieri è stato avvistato alla Filmauro per far sì che la trattativa non si fermi. L'ostacolo è la luxury tax, per le società calcistiche cinesi gli investimenti all'estero superiori ai 6 milioni sono tassati del 100%, per questo motivo il Dalian ha provato a cambiare la formula e a dilazionare in più rate il pagamento della cifra pattuita.

A gennaio del 2018, la trattativa tra la Roma e il Guanzghou Evergrande per Nainggolan non è andata in porto proprio per questi aspetti e in estate l'affare tra il Napoli e il Tianjin Quanjan, ai tempi guidato da Paulo Sousa, non è decollato proprio perchè non è stata presentata un'offerta congrua in virtù delle difficoltà nell'aggirare la luxury tax. Il Tianjin Quanjan propose Witsel come contropartita tecnica, soluzione non gradita a De Laurentiis. Le garanzie bancarie presentate dal Dalian Yifang a sostegno delle transazioni economiche da corrispondere al Napoli non hanno convinto De Laurentiis e Chiavelli. Le trattative intanto continuano, gli agenti Venglos e Petras e gli intermediari sono impegnati per riavvicinare le parti. Hamsik a Firenze non dovrebbe esserci, la testa è ormai alla nuova avventura in Cina, ieri ha salutato tutti e, infatti, stamattina non è al centro sportivo di Castel Volturno per l'allenamento. Marek attende, la Cina lo tenta, il Dalian Yifang di Schuster dovrebbe essere la sua prossima squadra, ma l'affare si fa solo alle condizioni poste dal Napoli. Il mercato cinese chiude il 28 Febbraio, ci sono ancora tre settimane per accontentare i desideri di Hamsik.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)