Breaking News
  • Lazio-Inter, Icardi: "Non so se rimarrò. de Vrij? Era destino"
    © Getty Images

Lazio-Inter, Icardi: "Non so se rimarrò. de Vrij? Era destino"

L'attaccante dei nerazzurri ha parlato al termine del match dell''Olimpico'

LAZIO INTER ICARDI / Mauro Icardi festeggia la ChampionsLeague con l'Inter. Il bomber argentino ha parlato al termine di Lazio-Inter: "Loro sono stati bravi, giocano molto bene - ammette ai microfoni di 'Premium Sport' - Abbiamo le capacità e la voglia per ribaltare il risultato, la Champions era il nostro obiettivo. Siamo molto contenti per questa impresa che abbiamo fatto oggi, perché non si era messa bene all'inizio. Il mister ha i suoi meriti, così come tutti i miei compagni. Ci credevamo, tutti. È un premio per noi, lo meritavamo. Fallo devrij? Sono cose del destino, se ne è parlato tanto in settimana. È un professionista, queste cose capitano. Fin quando uno gioca per una squadra, dà sempre tutto".

FUTURO - "Abbiamo due mesi per parlare con la società, il mio pensiero resta lo stesso.

Ci sederemo quest'estate e parleremo nel migliore dei modi, per cercare il meglio per l'Inter. Il mio pensiero lo sanno tutti. Decideremo insieme - dice a 'SkySport'. La mia voglia di restare c'è, sono il primo tifoso dell'Inter, ma dobbiamo vedere con la società cosa può capitare".

ALTI E BASSI - "Una squadra come l'Inter non si può permettere alti e bassi. Questa sarà sicuramente la prima cosa da sistemare, così potremo lottare per qualcosa in più. Cercheremo maggiore continuità. Futuro? Bisogna chiedere alla società. Il mio obiettivo era la Champions, ripartiamo da lì. Ho appena finito di sistemare casa, può essere un segnale".

RINFORZI - "Sicuramente adesso ci saranno maggiori possibilità e la società cercherà di fare bene. I giocatori non ci mancano già adesso, da questa base si riparte. Poi, riceveremo i nuovi arrivati con le braccia aperte. Mondiale? Domani arriverà la lista, altrimenti andrò in vacanza".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)