Breaking News
x
  • Udinese-Inter, Spalletti: "La Champions dipende da noi. Juve capitolo chiuso"
    © Getty Images

Udinese-Inter, Spalletti: "La Champions dipende da noi. Juve capitolo chiuso"

Il tecnico nerazzurro ha così presentato una delle ultime sfide di serie A

INTER UDINESE CONFERENZA SPALLETTI / Nella giornata di domani, alle ore 12.30, l'Inter scenderà in campo contro l'Udinese. Mancano soltanto tre gare al termine della stagione di serie A, con i nerazzurri in lotta per un posto in Champions League. Come di consueto, presente in conferenza stampa, Spalletti ha parlato della sfida contro i bianconeri: "Dipende ancora tutto da noi e dobbiamo usare quanto accaduto contro la Juve per essere più forti nelle prossime gare. E' chiaro che ci sono degli ostacoli e c'è una distanza da colmare, ma dobbiamo convincerci che vincendo tutte le tre gare che restano, andremo in Champions League. Non portiamoci dietro delle schegge che possano diventare un limite. Chiudiamo del tutto il capitolo, non fatemi più domande. Abbiamo mostrato di poter essere una squadra fortissima, ma dobbiamo mostrare certe cose sempre, non soltanto in occasioni particolari".

FORMAZIONE - "Mi sembra d'aver già preso una decisione, ma a volte cambio quando mi avvicino alla gara. Alla fine la scelta ricadrà su uno tra Dalbert e Santon. Quest'ultimo l'ho visto bene come sempre. Mi spiace gli siano piovute critiche in generale, ma non ha alcuna responsabilità. Tante le componenti da analizzare, dal restare in 10 dopo poco alle sostituzioni, fino alle carambole della palla, in momenti determinanti della gara".

ICARDI - "Abbiamo a che fare con ragazzi che vogliono il bene dell'Inter e sanno in che club giocano. Sono dei professionisti e lo si è mostrato in tutto l'anno. Sapevo quale sarebbe stata la reazione di Icardi, anche senza vederla.

Stiamo ancora male per il risultato, ci dispiace, ma non possiamo lasciarci condizionare".

RAFINHA-BROZOVIC - "Noi abbiamo aiutato lui, risolvendo le sue difficoltà fisiche, ma ora lui sta dando una mano a noi. E' in pari con gli altri e sta mostrando tutto il suo valore. Brozovic? In questo momento sta mostrando d'avere il piede con la bussola. Sa dove direzionare la squadra nel ruolo attuale. E' un giocatore importante, come altri nella rosa, e in fondo come tutti. Ovvio che c'è stato un periodo difficile, di cui nessuno è contento. Continuando in questa maniera però possiamo misurarci con squadre che hanno mostrato d'avere qualcosa in più rispetto a noi nelle ultime stagioni".

Inter, Spalletti guarda a Juve e Napoli

Negli ultimi anni l'Inter ha visto svariate squadre superarla in classifica, al di là della Juve, che domina da anni. Questo campionato però potrebbe gettare le basi per recuperare terreno: "Abbiamo già dato fastidio quest'anno a chi ci è davanti. Per lunghi tratti abbiamo esibito degli stati d'avanzamento. E' chiaro poi che se non li metti in campo in maniera sistematica, si fa fatica a fare lo step successivo. Abbiamo fatto un gran lavoro e questa squadra è cresciuta, altrimenti non giochi quel tipo di gara in inferiorità numerica. Ci sono le possibilità di recuperare terreno sulle squadre che quest'anno hanno recitato il ruolo delle lepri".

ALLEGRI - "Io guardo avanti, che è più importante rispetto a quanto lasciato indietro. E' chiaro che quanto successo dovrà essere ben scannerizzato, portandolo a sostegno delle prossime sfide".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)