Breaking News
© Getty Images

Inter, Podolski: "Mancini decisivo per il mio arrivo. Shaqiri è un grande calciatore"

Conferenza di presentazionedel neo-attaccante nerazzurro che martedì ha già esordito contro la Juventus

INTER PRESENTAZIONE PODOLSKI LIVE / MILANO - Martedì il battesimo di fuoco in campo contro la Juventus, oggi la presentazione ufficiale: per le news Inter è il giorno di Lukas Podolski, attaccante tedesco arrivato in prestito dall'Arsenal.
Calciomercato.it ha seguito per voi le dichiarazioni del primo colpo di mercato della società nerazzurra. 

Ad introdurre Podolski è Mancini: "Non credo che Podolski abbia bisogno di grandi presentazioni.
E' un grande calciatore, un campionato del mondo e sono sicuro che farà bene all'Inter". 

MAGLIA LEGGENDERIA - Ecco Podolski: "Ho ricevuto un'accoglienza mondiale: non mi aspettavo di vedere tanti tifosi all'aeroporto.
Quando ho visto la maglia con il numero 11 e il logo leggendario del club sono stato rgoglioso di essere qui.
Mi ha fatto piacere debuttare contro la Juventus e ottenere un buon risultato.
Vediamo ora domenica prossima come andranno le cose". 

INTER TRA I MIGLIORI CLUB D'EUROPA - "L'Inter è tra i primi dieci club al mondo.
Se poi si guardano le leggende che hanno giocato qui ci si rende conto di essere in una società importante.
La Serie A resta uno dei campionato top in Europa con squadre di primissimo livello.
Per questo sono felice di essere qui e voglio aiutare la squadra a tornare a livelli ancora più alti". 

OBIETTIVO CHAMPIONS - "Ora che è passata la fase del mio trasferimento, posso concentrarmi solo sul campo.
Facendo così possiamo raggiungere l'obiettivo di tornare in Champions League: lo vuole Mancini, lo vogliamo noi.
Dobbiamo recuperare dei punti, vincere le prossime partite, ma se riusciamo a farlo riusciremo a tornare in Champions". 

LITE OSVALDO-ICARDI - "Sono cose che succedono poi i giornalisti hanno gonfiato tutta la storia.
Non so cosa è successo nello spogliatoio perché ho salutato alcuni colleghi della Juventus.
Tocca all'allenatore decidere come procedere, il mio compito è pensare al campo". 

DECISIONE MIA - "La decisione di venire qui è stata mia e non ho parlato con nessuno per chiedere del trasferimento.
Il rapporto con Mancini ha influito sulla scelta.
Avevo altre opzioni ma l'allenatore e Ausilio mi hanno convinto a venire qua.
Sono felice di essere qui e penso di aver preso la decisione migliore.
Ora dobbiamo lavorare per arrivare più in alto possibile, magari al terzo posto.
Ringrazio Ausilio e Mancini per essersi impegnati a portarmi qui e sono molto felice". 

RONALDO - "E' un idolo, è uno dei migliori calciatori di sempre.
Ho parlato con lui e mi ha detto belle parole sull'Inter.
Io in Brasile? Ora sono qui, non so cosa mi riserva il futuro". 

ARSENAL - "Vorrei ringraziare l'Arsenal e i tifosi.
Lì non avevo la possibilità di giocare molto e quindi ho deciso di cambiare.
Ho avuto colloqui con Mancini e Ausilio e mi hanno reso la scelta facile.
Dal primo giorno ho avuto un'ottima sensazione". 

FUTURO - "Restare a fine stagione? Non lo so, ora mi concentro sul campo e sui prossimi mesi senza aprire ad altri temi che riguardano un futuro più lontano.
Dobbiamo pensare alle partite, tutte le altre questioni sono secondarie".

RUOLO - "Mi sento meglio quando gioco da punta ma decide l'allenatore.
Mancini ha esperienza e ne parleremo nei prossimi giorni: comunque darò il massimo e cercherò di dare il contributo alla squadra".  

SENZA CHAMPIONS - "Senza terzo posto ci sarebbe delusione perché l'Inter è tra i club più forti al mondo.
Se siamo uniti possiamo arrivare al terzo posto". 

SHAQIRI - "E' un ottimo giocatore e rafforzerà il nostro reparto offensivo.
Ha sempre dimostrato le sue capacità e se verrà sarà un ottimo rinforzo". 

EUROPA LEAGUE - "Escluso dalla lista Europa League? La decisione è già stata presa e bisogna accettarla perché sono scelte che spettano al tecnico". 

NAZIONALE - "Mi sono confrontato con Loew sulla decisione di venire qui.
Al momento però non penso alla Germania, ma alle partite che ci aspettano con l'Inter".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Serie A   Inter   Bologna
    Bologna-Inter, Spalletti: "Troppo lenti. E' mancata la qualità"
    Bologna-Inter, Spalletti: "Troppo lenti. E' mancata la qualità"
    Il tecnico dei nerazzurri ha parlato al termine del match del 'Dall'Ara'
    Serie A   Inter   Bologna
    Serie A, Bologna-Inter 1-1: Verdi show! Icardi lo riprende
    Serie A, Bologna-Inter 1-1: Verdi show! Icardi lo riprende
    I nerazzurri stoppati dalla squadra di Donadoni, protagonista di un'ottima partita
    Serie A   Crotone   Inter
    Serie A, Crotone-Inter 0-2: Handanovic salva, Skriniar sblocca
    Serie A, Crotone-Inter 0-2: Handanovic salva, Skriniar sblocca
    Oltre ottanta minuti di sofferenza, poi la rete decisiva del difensore e il raddoppio di Perisic
    Serie A   Inter  
    Crotone-Inter, Spalletti: "C'è confine tra fiducia e presunzione"
    Crotone-Inter, Spalletti: "C'è confine tra fiducia e presunzione"
    Le parole del tecnico alla vigilia della sfida ai Pitagorici
    Serie A   Inter   Crotone
    Crotone-Inter, le probabili formazioni e dove vedere la sfida in tv
    Crotone-Inter, le probabili formazioni e dove vedere la sfida in tv
    I nerazzurri in campo domani allo Scida per cercare di mantenere la vetta della Serie A
    Serie A   Inter   Spal
    Inter-Spal, Domenichini: "Vittoria meritata, punti pesanti"
    Inter-Spal, Domenichini: "Vittoria meritata, punti pesanti"
    Il secondo allenatore ha parlato al posto di Spalletti, rimasto senza voce
    Serie A   Inter   Spal
    Inter-Spal, Spalletti: "Perisic chiave. Gioca Gagliardini. Europa..."
    Inter-Spal, Spalletti: "Perisic chiave. Gioca Gagliardini. Europa..."
    Il tecnico dei nerazzurri è intervenuto in conferenza stampa prima della sfida contro gli emiliani