Breaking News
  • Italia, Uva: "Voglio una Federazione affamata come la Nazionale di Conte"
© Getty Images

Italia, Uva: "Voglio una Federazione affamata come la Nazionale di Conte"

Il nuovo Direttore generale della FIGC: "E' importante cominciare a recuperare i ritardi"

FIGC NAZIONALE CALCIO ITALIA CONTE UVA / GINEVRA (Svizzera) - Michele Uva, nuovo Direttore generale della FIGC, ha le idee chiare su quello che sarà il suo mandato.
"Mi sento vicino a Conte e voglio una Federazione che somigli alla sua Italia: affamata, moderna, efficiente.
- le sue parole a 'La Gazzetta dello Sport' - Abbiamo un programma bello e innovativo, che ha ricadute a medio e lungo termine, alcune quando non ci sarò più neanche io: l'importante è cominciare e recuperare i ritardi.
Penso ai centri federali giovanili, a un modello sostenibile per creare giocatori per la Nazionale.
Ci vorranno anni".

STRANIERI - "Al di là della frase discussa, Tavecchio ha detto una cosa seria: servirà un curriculum che attesti un valore aggiunto per i nostri campionati.
Ma non può neanche essere una regola assoluta: altrimenti in Italia non sarebbe mai arrivato Pogba.
E poi valorizzare i figli degli immigrati, quelli che stanno facendo grande oggi la Germania.
Ma lì è stato il governo a finanziare la federcalcio in un programma ampio di integrazione: niente come il calcio, oltre alla scuola, ha lo stesso potere di integrazione sociale".

 

M.D.F.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)