• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Pjanic: "Sono cresciuto con Zidane, qui è tutto perfetto"

Juventus, Pjanic: "Sono cresciuto con Zidane, qui è tutto perfetto"

Il bosniaco non dimentica però la Roma: "La porterò sempre nel cuore"


Miralem Pjanic ©Getty Images
Giorgio Musso (@GiokerMusso)

12/10/2016 18:51

JUVENTUS PJANIC / TORINO - Miralem Pjanic è stato uno dei grandi colpi del calciomercato estivo della Juventus. Il centrocampista ex Roma sta piano piano familiarizzando con l'ambiente bianconero, dopo un inizio di stagione un po' complicato. Il nazionale bosniaco, per le news Juventus, punta a trascinare i bianconeri sia in campionato che in Europa: "Qui bisogna sempre vincere, il primo anno è sempre il più difficile quando passi in una nuova squadra - ha dichiarato Pjanic al sito della Fifa - Non è così automatico adattarsi subito in un club vincente come la Juve. L'obiettivo è ripetere i trionfi dell'anno scorso e fare il massimo in Champions League. Alla Juventus tutto è perfetto, sono in una grandissima squadra: voglio aiutare i miei compagni a conquistare nuovo trofei".

ROMA NEL CUORE - Pjanic ritorna poi sul periodo con la maglia della Roma: "Lì ho vissuto gli anni migliori della mia carriera, ho avuto tanti campioni come compagni di squadra e degli ottimi allenatori - ha sottolineato - Senza dubbio la Roma rimarrà nel mio cuore: ho ricordi straordinari di quei cinque anni, è stata fondamentale per la mia crescita. Ora però sono alla Juve e mi auguro di essere utile come lo sono stato a Roma".

NEL MITO DI ZIDANE - Pjanic, infine, racconta alcuni particolari della sua carriera: "Sono cresciuto a pane e calcio in Lussemburgo, dove mi sono trasferito ad appena un anno. Il mio idolo da piccolo era Zidane - ha rivelato il centrocampista classe '90 - Sono stato fortunato a scegliere il Metz per la mia formazione: avevo diverse opzioni, ma in quel momento è stata la loro filosofia a colpirmi. A 17 anni ho avuto l'occasione di esordire in prima squadra, è stato davvero bello. Dopo il Metz è arrivato il Lione, poi la Roma".




Commenta con Facebook