• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-SAMPDORIA

Verdi, che eurogol! Krejci annienta Pereira, Barreto perde la testa


Valerio Pantone

21/09/2016 20:30

ECCO LE PAGELLE DI BOLOGNA-SAMPDORIA

 

BOLOGNA

Da Costa 6 – Si trovare subito pronto dal tentativo di Muriel, poi però, nonostante il costante palleggio della Samp, trascorre una gara senza grossi patemi d’animo.

Torosidis 6 – Molto imprecisioni in fase propositiva, viene spesso messo alle corde da Linetty e dalla continue discese di Regini. Una volta prese le giuste contromisure, poi, la sua prova sale di livello.

Gastaldello 6,5 – Rischia grosso inizialmente con un retropassaggio per Da Costa che per poco non favorisce Quagliarella. Quando però decide di tenere più alta il reparto difensivo la gara del Bologna prende un’altra piega, così come la sua prestazione.

Maietta 7 – Risponde alla rapidità di Muriel facendo leva a tutta la sua esperienza. Dal confronto con il colombiano, alla lunga, ne esce vincitore.

Masina 6 – Dopo oltre mezz’ora di grigiore, si affaccia nella metà campo avversaria con un cross interessante sul quale Krejci si divora l’1-0. Da quel momento in poi prende coraggio e mostra il meglio del suo repertorio. Dal 66’ Morleo 6 – Alla sua prima apparizione in campionato, mette minuti nelle gambe anche per far rifiatare il giovane terzino dell’Under 21 di Di Biagio.

Taider 6,5 – Evanescente nella prima parte di gara, risulta prezioso quando capisce di aumentare la pressione nei confronti dei portatori di palla avversari. Nel finale manca di poco la rete del 3-0.

Nagy 6,5 – Il lavoro di Donadoni soprattutto in fase di interdizione si comincia ad intravedere. E’ lui a tenere in qualche modo botta alla Samp nel momento più difficile della partita. Dal 79’ Pulgar s.v.

Dzemaili 6,5 – Il palleggio dei blucerchiati lo manda un po’ in confusione nella prima mezz’ora. Al primo errore di Torreira manda in porta Destro, poi poco dopo sfiora il palo con un destro dalla distanza. Da lì in poi diventa padrone del centrocampo.

Verdi 7,5 – Fatica come il resto del Bologna ad entrare in partita. Prima dell’intervallo, però, si inventa un gol meraviglioso scaraventando al volo con il destro lo spiovente da sinistra di Krejci. Semplicemente fantastico. Un gol che vale il prezzo del biglietto.

Destro 6,5 – Al primo svarione della Samp, viene innescato da Dzemaili, ma Viviano con il piede di richiamo gli nega la rete. Ad inizio secondo tempo si avventa sul cross basso di Krejci siglando il gol del raddoppio.

Krejci 7 – Il giocatore più pericoloso del Bologna in queste prime giornate di campionato, è molto bravo nel tenere palla per far salire la squadra. In area di rigore però spreca nel primo tempo due buonissime chance per l’1-0. Si riscatta subito dopo prima propiziando l’euro gol di Verdi e poi ad inizio ripresa servendo Destro per il raddoppio. Conferma la fama di assist-man. Dal 73’ Di Francesco 4,5 – Difficile far meglio dei tre attaccanti. Nel finale compie una grossa ingenuità, entrando con il piede a martello su Linetty, a partita praticamente già chiusa. Inutile.

All. Donadoni 7 – Dopo un avvio in sordina, il suo Bologna si scuote nel finale di primo tempo prendendo di fatto poi il controllo del match. Terza gara casalinga e terza vittoria consecutiva che gli vale la stessa classifica del Milan. Come inizio di campionato davvero niente male.

 

SAMPDORIA

Viviano  6 – Inizialmente spettatore non pagante, è costretto improvvisamente a rendersi protagonista sul tentativo di Destro. Sulle due reti del Bologna, però, può fare ben poco.  

Pereira 4,5 – Limita bene Krejci nella prima frazione, poi però una volta in svantaggio, si fa  bucare dall’esterno ceco anche nell’azione del 2-0 del Bologna. Da quel momento in poi la sua partita diventa un incubo.

Silvestre 5 – Tiene alta la difesa sbrigliando anche con una certa autorità le rare incursioni dei padroni di casa. Lo stupendo gol di Verdi, però, fa crollare le certezze della squadra di Giampaolo che ad inizio ripresa incassa anche il 2-0 di Destro, dove l’ex Inter ha grosse responsabilità. 

Skriniar 5,5 – Il tecnico blucerchiato gli dà fiducia nonostante i due errori da matita blu contro Roma e Milan e lui lo ripaga inizialmente con una prestazione solida ed attenta. Superato dal taglio vincente di Destro nell’azione del 2-0, sfiora da due passi la rete che avrebbe subito riaperto la gara.

Regini 5,5 – Spinge molto sull’out sinistro restando molto alto in pressione su Verdi. Sorpreso anche lui dalla meraviglia dello stesso Verdi che regala il vantaggio il Bologna.

Barreto 4,5 – Dei tre di centrocampo è quello che garantisce più inserimenti senza palla. Sul 2-0 avrebbe l’opportunità per riaprire l’incontro, ma il suo diagonale non trova la porta. L’errore sotto porta, gli fa perdere un po’ la testa: un brutto fallo su Nagy in una zona innocua del campo gli costano infatti l’espulsione diretta. Ingenuo.

Torreira 5 – Torna nello stadio nel quale venne visionato per la prima volta dalla società blucerchiata. L’inizio fa ben sperare, ma poi eccede troppo nel fraseggio corto mettendo spesso in difficoltà i suoi difensori. Prima gara stagionale da dimenticare anche per lui. Dal 53’ Cigarini 5,5 – Qualche buona intuizione, ma la Samp ad inizio ripresa ha già mentalmente staccato la spina.

Linetty 5 – L’avvio sembra un copione già visto ed invece anche lui, come tutta la Samp, viene travolto dal pressing efficace dei padroni di casa che dopo il gol di Verdi prendono il sopravvento. Prima insufficienza anche per lui.

Praet 6 – Riconfermato titolare dopo l’esordio con il Milan, Giampaolo gli chiede di attaccare lo spazio centrale quando le due punte si allargano. Un movimento che l’ex Anderlecht compie spesso ma che non sempre viene sfruttato dai compagni di squadra. Una delle poche note liete della Samp di oggi.

Muriel 5,5 – Bastano appena pochi minuti di gioco per avere l’ennesima conferma del suo eccellente stato di forma. Le sue accelerazioni, tuttavia, non sempre trovano sbocco anche perché nella ripresa perde un po’ di brillantezza. Dal 75’ B. Fernandes 6 – Regala l’ultimo sussulto della gara, colpendo la traversa con una splendido calcio di punizione che però sarebbe servito a poco ai fini del risultato.  

Quagliarella 4,5 – Poco presente e spesso impreciso nella manovra della Samp, si va via via nascondendo troppo uscendo di fatto colpevolmente presto dalla partita. Dal 53’ Shick 5,5 – Come Cigarini ha poche occasioni per mettersi in mostra. Si muove molto ma finisce per incidere poco.

All. Giampaolo 5 – L’inizio della partita sembra un film già visto. Il gioco della Samp, questa volta dura appena mezz’ora: la squadra, infatti, si scioglie alla prima difficoltà mettendo in evidenza i limiti apparsi finora soltanto in alcuni spezzoni di gara. Un difetto da correggere il prima possibile, per perdere quanto di buono costruito fino ad oggi.

        

Arbitro: Calvarese 6 – Al 34esimo la Samp chiede il penalty per un contatto in area rossoblu tra Gastaldello e Praet: la chiusura del capitano del Bologna appare corretta e l’arbitro lascia giustamente proseguire. Al 70esimo brutto fallo di Barreto su Nagy: l’arbitro sventola subito il cartellino rosso punendo così l’eccessiva foga del centrocampista sampdoriano. Il replay dà in parte ragione al direttore di gara. Nel finale utilizza lo stesso metro di giudizio, cacciando in anticipo Di Francesco per un’entrata a martello su Linetty.


TABELLINO

BOLOGNA-SAMPDORIA 2-0

Bologna (4-3-3): Da Costa; Torosidis, Gastaldello, Maietta, Masina (dal 66’ Morleo); Taider, Nagy (dal 79’ Pulgar), Dzemaili; Verdi, Destro, Krejci (dal 73’ Di Francesco). A disp.: Sarr, Ravaglia, Oikonomou, Helander, Mbaye, Donsah, Rizzo, Mounier, Floccari. All.: Roberto Donadoni.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Pereira, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira (dal 53’ Cigarini), Linetty; Praet; Muriel (dal 75’ B. Fernandes), Quagliarella (dal 53’ Schick). A disp.: Puggioni, Krapikas, Eramo, Dodò, Krajnc, Palombo, Budimir. All.: Marco Giampaolo.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese di Teramo. 

Marcatori: 45' Verdi (B), 51’ Destro (B)

Ammoniti: 27' Verdi (B), 67’ Pereira (S), 87’ Praet (S), 89’ Linetty (S)

Espulsi: 70’ Barreto (S), 92’  Di Francesco (B)




Commenta con Facebook