• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Sabatini: "Iturbe, ora sveglia! Futuro al Real? No, sono troppo forti per me"

Roma, Sabatini: "Iturbe, ora sveglia! Futuro al Real? No, sono troppo forti per me"

Il Ds giallorosso si è soffermato anche sul gioiello Gerson: "Deve diventare un interno"


Walter Sabatini ©Getty Images

15/09/2016 18:08

ROMA SABATINI ITURBE REAL MADRID GERSON / PLZEN (Repubblica Ceca) - A pochi minuti dal fischio d'inizio della sfida di Europa League sul campo del Viktoria Plzen, il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini è intervenuto ai microfoni di 'Sky': "Gerson titolare? Si sta adattando bene al nostro calcio, lo vedo negli allenamenti. Ovvio che non potrà essere lui la chiave della partita, ma gli servirà per capire alcuni meccanismi che gli serviranno per crescere. Sta dimostrando di poter giocare più dietro, sarebbe un fantasista però nel nostro pensiero deve diventare un interno dove potrà esprimere tutte le sue qualità e potrà sfruttare le belle risorse che ha. Mi piace una squadra a trazione anteriore, ma credo che questo sia un desiderio comune, cioè vedere squadre audaci. L'ultimatum di Spalletti a Iturbe? Sì credo sia proprio una tentativo per fargli tirare fuori il meglio, questione di responsabilizzazione. Il giocatore è tornato dopo la breve paretensi all'estero e deve imporre qui le sue qualità. E quando l'allenatore gli darà l'opportunità come stasera deve mettere in campo tutto ed essere possibilmente risolutivo. E' un giocatore con qualità importanti e questa involuzione deve finire, per lui e per il club che l'ha acquistato".

Sabatini, poi, prosegue: "Spalletti col tridente leggero ha fatto grandi risultati la stagione scorsa quindi non può prescindere da questo ragionamento. Nel presente stiamo rilevando un rendimento molto alto di Dzeko, ne prendiamo atto e l'allenatore lo sta sfruttando al meglio. Totti lezioni di leadership? La leadership tecnica è difficilmente imitabile, soprattutto le giocate di Totti non sono replicabili. Mi sembra che negli ultimi mesi si stia concedendo molto ai compagni ed alla società. Più responsabilità gli altri? Auspicabile, ma crescere all'ombra di Totti è difficile. I calciatori devono avere l'umiltà e l'accortezza di cercare di emularlo. Se resto? Sono qui a Plzen, ho preso l'aereo stamattina (ride, ndr). Futuro al Real Madrid? Per me non sarebbe una sfida, è troppo forte. Mi piacciono di più le sfide con squadre più deboli".

L.P.




Commenta con Facebook