• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sassuolo > Sassuolo, Matri: "Punto ai 100 gol! La Juve una famiglia, dispiace per quello che ho fatto al Milan.

Sassuolo, Matri: "Punto ai 100 gol! La Juve una famiglia, dispiace per quello che ho fatto al Milan..."

L'attaccante classe '84 ha poi aggiunto: "Il mio gol più importante l'ho realizzato contro la Lazio"


Alessandro Matri © Getty Images

24/08/2016 12:41

SASSUOLO MATRI JUVENTUS MILAN / MILANO - Dopo tanto girovagare, Alessandro Matri ha trovato la sua dimora. L'attaccante classe '84 si è trasferito a titolo definitivo al Sassuolo: "Voglio diventare un punto fermo qui", ha spiegato sulle colonne de 'La Gazzetta dello Sport'. "Di Francesco mi ha spiegato i movimenti, che rispecchiano le mie caratteristiche. Spero di metterci poco a entrare nei meccanismi. Per fare vedere le mie qualità, ho bisogno dell’aiuto della squadra. Il gioco del Sassuolo può essere prezioso per me". 

RICORDI - "Primo gol in Champions al 'Celtic Park'? Un’esperienza bellissima, un'atmosfera incredibile. Ricordo il tremendo boato alla fine dell'inno della Champions. Non credo che ci sarà bisogno di dire molto ai miei compagni perché sono serate esaltanti: è questo che insegui fin da bambino, il brivido, la pressione. Ma poi la concentrazione aiuta a superare l’impatto e non ti accorgi di nulla. Lo stadio che mi ha impressionato di più? Il 'Camp Nou', ma perché oltre allo stadio imponente c'era anche una squadra fortissima. Però io preferisco il 'Bernabeu': purtroppo lì sono stato solo in tribuna. Il gol più bello e importante invece è stato quello in finale di Coppa Italia nel 2015: Juventus-Lazio 2-1".

BINARIO TORINO-MILANO"La Juventus per me è stata una famiglia. Purtroppo non ho lasciato un bel ricordo al Milan dove non sono riuscito a fare quello che volevo. Ero stato messo in discussione perché ero stato pagato 12 milioni, ma mica era colpa mia. Da lì ho cominciato a girare per l’Italia e non so se sia stato un bene o un male per me. Io avevo solo voglia di giocare: di me si può dire tutto, ma non che abbia scelto di restare vicino a casa. Ho preferito fare altre esperienza piuttosto che vivere bene a Milano".

ALLEGRI-CONTE - "Con Allegri ho un ottimo rapporto da sempre. E' bravo tatticamente e sa trasmettere serenità nei momenti difficili come ha dimostrato anche l’anno scorso nella Juve. Conte, invece, ha fatto cose uniche, impensabili. Ha ottenuto risultati eccezionali con il lavoro e la cattiveria agonistica. Tatticamente è preparatissimo. E’ sempre concentratissimo, Allegri magari stempera di più".

OBIETTIVI - "Avrei potuto e voluto fare di più. Però giocherò ancora qualche anno e ho un obiettivo: i 100 gol in Serie A. Adesso sono a 79".

D.G.




Commenta con Facebook