• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, difesa da incubo: otto giorni per correre ai ripari

Calciomercato Inter, difesa da incubo: otto giorni per correre ai ripari

Torna Murillo dopo la squalifica, ma non basta. Nel mirino Garay, Criscito e Ferrari. Lindelöf costa troppo


Garay, Criscito e Ferrari ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

23/08/2016 12:46

CALCIOMERCATO INTER DIFESA GARAY CRISCITO FERRARI / MILANO - Difficilmente l'Inter ed il nuovo tecnico Frank de Boer potevano aspettarsi un esordio peggiore. Poche occasioni create in zona offensiva e soprattutto una difesa spesso in difficoltà (e bucata due volte dal Chievo) hanno fatto suonare più di un campanello d'allarme in casa nerazzurra, chiamata a correre rapidamente ai ripari in questi ultimi otto giorni di calciomercato.

Il reparto arretrato, in particolare, non convince. Mettendo da parte la scelta del tecnico di puntare sulla retroguardia a tre, a non esaltare sono soprattutto i singoli elementi. L'intoccabile è ovviamente Miranda, al quale si dovrebbe aggiungere Jeison Murillo che rientrerà domenica contro il Palermo dopo il turno di squalifica. Dietro, però, mancano alternative valide. Andrea Ranocchia ha deluso di nuovo, scatenando le polemiche dei tifosi. Ed in attesa del rientro dall'infortunio di Marco Andreolli le altre soluzioni sono rappresentate dal giovane Yao (che però dovrebbe partire in prestito) e Danilo D'Ambrosio, terzino adattato.

Urge un rinforzo, da trovare in tempi stretti. Il sogno è Ezequiel Garay, che dopo lo scambio sfumato con Murillo è rimasto nel mirino. Ma se l'argentino dello Zenit costa tanto, Victor Lindelöf, nel mirino pure del Napoli, costa decisamente troppo: lo svedese classe '94 viene valutato già qualcosa come 30 milioni di euro dal Benfica. Le altre ipotesi portano dunque ai profili italiani. Il primo è Domenico Criscito, per il quale era spuntata l'ipotesi di scambio con il partente Caner Erkin. L'altra apista conduce invece al talentuoso Gianmarco Ferrari del neopromosso Crotone che vanta già una lunga lista di pretendenti. In particolare il Sassuolo, che sembrerebbe in vantaggio, ma l'Inter potrebbe provare l'affondo in questi ultimi giorni di mercato.




Commenta con Facebook