• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TV & cinema > Musica, Beyoncé icona di stile dell’anno: i vincitori dei CFDA Awards 2016

Musica, Beyoncé icona di stile dell’anno: i vincitori dei CFDA Awards 2016

La popstar ha svelato un curioso aneddoto: "Mia madre e mio zio hanno cucito i primi abiti delle Destiny's Child"


Beyoncè (Getty Images)

08/06/2016 16:19

MUSICA CFDA AWARDS 2016 BEYONCE’ / ROMA - New York ha ospitato la cerimonia dei CFDA Awards 2016, ovvero gli Oscar della Moda, premi assegnati ogni anno dal Council of Fashion Designers of America (l’associazione di categoria di cui fanno parte 350 stilisti statunitensi) agli esponenti del fashion system di tutto il mondo.

Al New York City’s Hammerstein Ballroom erano presenti attrici, top model, cantanti e addetti del settore. Il titolo di icona di stile 2016 è stato assegnato alla popstar Beyoncé. Il Designer donna dell’anno è andato a Marc Jacobs mentre gli stilisti emergenti che si sono aggiudicati lo Swarovski Award, sono, per la categoria Womenswear, Brandon Maxwell, Orley per Menswear e Paul Andrew per gli accessori. L’italiano Alessandro Michele ha ricevuto l’International Award per il suo lavoro da Gucci, il Board of Directors’ Tribute è stato dedicato a David Bowie.

IL DISCORSO DI BEYONCE’ – Durante il suo discorso la cantante non ha dimenticato le sue umili origini e ha spiegato il suo amore per la moda: "La moda ha sempre fatto parte della mia vita, già prima che nascessi. Molti di voi non sanno che mia nonna faceva la sarta. I miei nonni non avevano abbastanza denaro e non potevano permettersi la retta della scuola cattolica di mia madre, così mia nonna vendeva vestiti per preti e suore e cuciva le divise degli studenti. In cambio mia madre poteva avere una istruzione. E così ha passato questo talento a mia madre, insegnandole a cucire". Poi un curioso aneddoto: "Quando cominciammo a esibirci con le Destiny's Child i grandi marchi non volevano vestire quattro ragazze nere e formose venute dal nulla e noi non potevamo permetterci vestiti di alta moda. Mia mamma fu rifiutata da tutti gli atelier di New York. Ma come mia nonna, usò il suo talento e la sua creatività per realizzare il sogno dei suoi figli. Mia mamma e mio zio Johnny disegnarono i nostri primi costumi e fecero ogni pezzo a mano, cucendo uno a uno centinaia di perline e cristalli, mettendoci un sacco di passione e amore per ogni singolo dettaglio. Quando indossai quegli abiti sul palco mi sentivo come Khaalesi". Quest’ultimo è un riferimento al personaggio della serie Trono di Spade.

"In realtà mia madre ha disegnato anche il mio vestito da sposa, il vestito della promozione, il mio primo abito per i Cfda Awards, e la lista potrebbe continuare all'infinito. E questo, per me, è il vero potere e il potenziale della moda. Un mezzo per trovare la tua vera identità, l'espressione di se stessi, la forza – ha concluso la popstar - Dunque ringrazio mia mamma, mio zio, mia nonna. Grazie per avermi mostrato che avere uno stile è molto più importante dei vestiti che indossi e della bellezza fisica. Grazie per avermi insegnato a non accettare un 'no' come risposta. Grazie per avermi insegnato come rischiare, lavorare duro e vivere la vita secondo le mie regole".

CINEMA E MUSICA – Alla serata evento c'era Irina Shayk, la modella russa, ex fidanzata di Cristiano Ronaldo attualmente legata sentimentall'attore Bradley Cooper, ha indossato un abito rosso fiammante scollato. Tra le celebrità presenti anche Emily Ratajkowski e gli angeli di Victoria's Secret, Sara Sampaio, Adriana Lima e Alessandra Ambrosio. Tra le star del cinema hanno sfilato Elizabeth Olsen, Kirsten Dunst, Jessica Chastain e Tilda Swinton.

Ecco tutti i premi assegnati ai CFDA Awards 2016:

– Fashion Icon Award: Beyoncé
– Designer donna dell’anno: Marc Jacobs
– Designer uomo dell’anno: Thom Browne
– Designer accessori dell’anno: Mansur Gavriel (Rachel Mansur e Floriana Gavriel)
– International Award: Gucci – Alessandro Michele
– Swarovski Award for Womenswear: Brandon Maxwell
– Swarovski Award for Menswear: Orley (Alex Orley, Matthew Orley, Samantha Orley)
– Swarovski Award for Accessory Design: Paul Andrew
– Geoffrey Beene Lifetime Achievement Award: Norma Kamali
– The Founder’s Award in Honor of Eleanor Lambert: Donna Karan
– The Board of Directors’ Special Tribute Award: David Bowie
– The Media Award in Honor of Eugenia Sheppard: Imran Amed, editor in chief of The Business of Fashion

S.C.




Commenta con Facebook