• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Marotta: "Morata? Vedremo il Real. Dani Alves, Mascherano, Pjanic..."

Calciomercato Juventus, Marotta: "Morata? Vedremo il Real. Dani Alves, Mascherano, Pjanic..."

Il dg dei bianconeri ha parlato anche di Higuain e Dybala: "Gonzalo è un campione, Paulo crescerà"


Beppe Marotta ©Getty Images

26/05/2016 11:34

JUVENTUS MAROTTA / AMALFI - Stamene ad Amalfi, il direttore generale della Juventus, Giuseppe Marota, ha ricevuto il premio 'Football Leader - Dirigente dell'anno' per la stagione 2016. 

"Sono molto orgoglioso di essere qua e ricevere questo prestigioso premio - ha detto il dirigente bianconero ai cronisti presenti - Il calcio, per me, è un ambiente ricco di valori, è sempre stato ed è ancora una grande palestra di vita. E' motivo di orgoglio perché sono qua a rappresentare una società e condivido il premio con tutti gli addetti ai lavori. I numeri dicono che il nostro è stato un campionato straordinario. La squadra che va in campo è specchio della società. Noi abbiamo una società importante, capace, con deleghe gestite in piena autonomia. La nostra fortuna è avere una squadra fuori dal campo molto unita, che lavora e rispetta il lavoro degli altri".

ANDREA PIRLO - Marotta ha poi parlato dell'ex centrocampista bianconero: "Nel calcio ci sono delle situazioni che devi cogliere, delle opportunità. Ci sono campioni che arrivano a dare tutto per un club e sembra non abbiano più altro da dare. Proprio come Pirlo. Ha ricevuto stimoli straordinari quando lo abbiamo preso".

SGUARDO ALLA PANCHINA: CONTE E ALLEGRI - Il discorso è virato poi sull'avvicendamento in panchina tra i due tecnici: "Il calcio è fatto di cicli. La figura dell'allenatore è importante e prevede anche un forte dispendio di energia. Il ciclo di Conte era terminato, è un fatto fisiologico. Noi, in quel momento, ci siamo trovati un po' in difficoltà perché la rescissione è avvenuta nel secondo giorno di ritiro. Abbiamo optato per una scelta importante con un professionista che aveva delle doti tra le quali quella di saper entrare in un gruppo senza stravolgere e rivoluzionare. Allegri ha avuto questa capacità. Di adattarsi ad una squadra, ad una società, a dei concetti calcistici diversi rispetto al Milan".

CALCIOMERCATO - "In questo momento la Spagna rappresenta al meglio il calcio europeo. Un calcio che sembra apparentemente povero ma con tante squadre che riescono a competere. Se parli di Barcellona e Real parli di calciatori che possono essere importanti anche in Italia. Dani Alves? Non è di nostra proprietà, ma si tratta di un giocatore importante. Vedremo quello che si potrà fare sul calciomercato, ricordando che la Juve è già una squadra in grado di competere su tutti i fronti. Mascherano? Situazioni mediatiche, comunque non vogliamo vendere nessun elemento del reparto difensivo se non Caceres svincolato. In questo momento non abbiamo fatto nulla, non confermo e non smentisco. A breve arrivera l'ufficialità del rinnovo di Evra, giocatore sempre importante anche per lo spogliatoio. Pjanic e Gomes? Stesso discorso di Mascherano e Alves. Pellé? Il nostro reparto offensivo dà garanzie anche per il futuro, l'unica incognita è Morata. Solo in quel caso valuteremo altri investimenti. Berardi? Grande talento, con il Sassuolo c'è un impegno verbale, abbiamo un diritto di prelazione morale e credo che andremo a definire questa operazione. Morata? Talento che sta diventando un campione, ha vissuto una crescita importante, da parte nostra ci sarà ogni tentativo per farlo rimanere a Torino. Il diritto di recompra è una spada di Damocle, ci incontreremo con il Real Madrid dopo la  finale della Champions League".

IL RITORNO DI CORVINO A FIRENZE - "Con la Fiorentina e il ritorno di Corvino ritorna un rapporto di trasparenza come è logico che sia. Il rapporto con i dirigenti è corretto ma, se come dite, Corvino torna in viola, i rapporti andranno oltre il sano antagonismo".


NAPOLI SI CONFERMERA' - "Il Napoli è l'unica squadra che in questi anni è stata capace di togliere dei trofei alla Juventus. E' stato un testa a testa molto bello, emozionante. Siamo contenti di questa competizione ne vale la bellezza del calcio italiano. Il duello si rinnoverà la prossima stagione? Sicuramente sì, è una società importante e con un grande allenatore".

TANGO ARGENTINO: HIGUAIN E DYBALA - "Higuain è un campione, ha fatto tanti goal e li ha fatti in un campionato difficile come il nostro. Dybala crescerà, siamo contenti di averlo con noi. Sono due eccellenze del calcio italiano".

F.S.




Commenta con Facebook